Lo stress è dannoso per la salute?

373

Per anni ci siamo sentiti ripetere che lo stress fa stare male. Aumenta il rischio di tutto, dal raffreddore alle malattie cardiovascolari. Lo stress ormai è un nemico, ma siamo sicuri, ne sappiamo abbastanza? Dai dati di uno studio condotto su più di 30.000 persone, è emerso che coloro che avevano provato molto stress l’anno precedente avevano un rischio di decesso più alto rispetto a chi non aveva provato stress. Ma c’è un particolare, queste persone credevano che lo stress fosse dannoso per la salute. Altre persone infatti, che provavano molto stress ma che non lo vedevano come dannoso, avevano meno probabilità di morire. I ricercatori hanno stimato che i decessi, non per stress, ma dal credere che lo stress sia dannoso, sarebbero più di 20.000 all’anno. Se questa stima fosse corretta, credere che lo stress sia dannoso per la salute diventerebbe la 15esima causa di morte, più letale di un melanoma o dell’HIV. Cambiare il modo di vedere lo stress può farci stare meglio? La scienza dice di sì. Se cambiamo idea sullo stress, possiamo cambiare la reazione del nostro corpo allo stress. Si chiama test di stress sociale. Vi viene chiesto di tenere un discorso improvvisato di cinque minuti sulle vostre debolezze personali ad un gruppo di esperti e per essere sicuri che sentiate la pressione, vi disturberanno in vari modi. Non vi aspettate sorrisi insomma e se state pensando che sia già sufficientemente scoraggiante vi sbagliate. È il momento della seconda parte: il test di matematica a sorpresa. Quando ci troviamo in questi momenti, Il cuore batte più forte, respiriamo più velocemente, magari iniziamo a sudare. Generalmente interpretiamo questi cambiamenti fisici come ansia o segni di reazione alla pressione. E se invece questi segni ci dicessero che il nostro corpo viene stimolato ad affrontare le sfide? È quello che è stato fatto in una ricerca ad Harvard. Prima di affrontare il test è stato insegnato ai partecipanti a riconsiderare come utile la loro reazione allo stress. Il cuore che batte forte? si prepara all’azione, il respiro diventa veloce? porta più ossigeno al cervello. I partecipanti che hanno imparato a vedere la reazione allo stress come utile erano meno ansiosi e più sicuri. Questo è quello che rivela questo studio, che il modo di vedere lo stress ha importanza. La prossima volta che vi batte forte il cuore per lo stress, vi ricorderete di questo articolo e inizierete a vedere lo stress in modo positivo e la vostra reazione allo stress diventerà più sana. Non siete convinti? Allora sappiate che lo stress vi rende socievoli. Per convincervi e farvi capire come, vi parlerò di un ormone, l’ossitocina. È chiamato comunemente l’ormone delle coccole perché viene rilasciato quando vi abbracciate. Ma è solo l’ultima di molte funzioni che regola nel nostro corpo. Infatti questo neuro-ormone regola gli istinti sociali del nostro cervello, ci fa desiderare il contatto fisico, migliora l’empatia, ci spinge anche a essere più disponibili nei confronti gli altri. L’ossitocina è un ormone che l’ipofisi emette in reazione allo stress. È una reazione allo stress come avviene con l’adrenalina. Quando viene rilasciata in reazione allo stress, ci spinge a cercare supporto, a raccontare a qualcuno come ci sentiamo invece di tenercelo dentro. Quando la vita ci mette in difficoltà, la nostra reazione allo stress ci induce a farci circondare da amici. L’ossitocina non agisce solo sul cervello, ma anche sul corpo, è un antinfiammatorio naturale, aiuta i vasi sanguigni a rimanere rilassati durante lo stress. E se non bastasse aiuta a rigenerare le cellule. Questo ormone rafforza il cuore e la cosa sorprendente è che tutti questi benefici fisici dell’ossitocina vengono aumentati dal contatto sociale. È straordinario che la nostra reazione per resistere allo stress siano le relazioni umane. Se scegliamo di vedere la reazione allo stress come utile, troviamo il coraggio e possiamo fidarci di noi stessi quando si tratta di gestire le difficoltà della vita. Alda Merini, indimenticata poetessa dei navigli con un aforisma ha riassunto così: “Ogni volta che ho creduto allo stress mi sono sentita rinascere”. (… Lei, nata il ventuno a primavera).

Leonardo Augello