Caltabellotta: Agli alunni che recitano lunghe poesie a memoria il Comune dona dei tablet

2220

Il dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo “A.G. Roncalli” di Burgio prof. Vito Ferrantelli ha proposto nel giugno scorso ai suoi studenti di imparare a memoria, durante le vacanze estive, una poesia, con la promessa che, al rientro dalle vacanze, le avrebbe ascoltate tutte e avrebbe premiato i ragazzi che hanno imparato le liriche più lunge. E così è stato, con i ragazzi d’estate ad imparare le poesie più significative della letteratura italiana. Protagonisti dell’iniziativa sono stati gli alunni della scuola primaria e secondaria che, nei giorni scorsi, davanti al dirigente Ferrantelli, al sindaco Segreto, agli amministratori comunali e ai docenti, hanno recitato lunghe poesie e i migliori hanno ricevuto per donazione un tablet.

Caltabellotta premio poesia più lunga 3Caltabellotta premio poesia più lunga 1
Ecco i nomi dei vincitori e i titoli delle poesie: Vincenzo Falco, classe V, scuola primaria Sant’Agostino, “La cavallina Storna”; Tommaso Albiolo, V classe scuola primaria Cappuccini, “U razzismu”; Edoardo Buttafuoco classe I A scuola secondaria di primo grado, “La pioggia nel pineto”, così come “Giulia Truncali” della classe I B della stessa scuola; Vittoria Graci, classe I C, “L’apprendista stregone”. Premiata anche Rossella Vetrano della classe II e Maria Felicia Tortorici che ha lasciato tutti a bocca aperta quando ha declamato con espressività tutto il V Canto dell’Inferno di Dante Alighieri e parte del VI.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO