Ribera, amanuense dona libri alla biblioteca comunale

755

E’ stato definito l’ultimo amanuense perché ama trascrivere naturalmente a mano, in bella calligrafia, le grandi opere della letteratura italiana. Si chiama Vincenzo Aprile, riberese, è un poeta autodidatta, va spesso ancora in campagna e nel suo tempo libero, talvolta anche di notte, copia i grandi poemi e realizza dei corposi volumi che spesso in esemplari unici dona alla istituzioni. Proprio ieri mattina, nel corso di un’apposita cerimonia, tenuta nella sala della biblioteca comunale, l’Aprile ha donato una copia de “I dieci comandamenti” per la fruizione pubblica.

Ribera Aprile dona linri alla biblioteca comunale
A presenziare alla cerimonia, l’autore, i familiari, gli assessori comunali Padovano e Cristina Cortese, il dirigente municipale Giuseppe Polizzi,mil personale della biblioteca e amici del poeta come Giuseppe Cardella che ha curato graficamente le pubblicazioni con la realizzazione delle copertine e delle miniature. Per Vincenzo Aprile non si tratta della prima opera trascritta e donata. Ha al suo attivo la riproduzione e la realizzazione, con gli stessi caratteri e le stesse dimensioni, della Bibbia, dell’Iliade, dell’Odissea, dell’Eneide e della Divina Commedia che ha messo in mostra ieri mattina sul tavolo della biblioteca. Ha annunciato che in programma di lavorare ai Miserabili di Victor Hugo e ha recitato la poesia “L’ultimo pianto” dedicato alla madre. Le opere saranno proposte agli alunni delle scuole.

Aprile donazione libri

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here