Agrigento: Ben 12 personaggi al top delle loro attività nel 2023

6909

Negli ultimi anni una cinquantina di agrigentini hanno raggiunto il top in diverse professioni, istituzioni e comparti della vita nazionale. Nelle settimane passate abbiamo selezionato una dozzina di personaggi che si sono distinti, accendendo i riflettori su di loro e sulle loro attività. Si tratta di medici, registi, architetti, fotografi, poeti, musicisti, attori, docenti, ambientalisti, sportivi, tutti della provincia di Agrigento, operanti in sede e in altre regioni della penisola.

ROBERTO TRIPODI

E’ l’architetto di Agrigento che ha restaurato il monastero trecentesco di S. Spirito e il barocco Palazzo Tomasi. Già preside dell’ITIS Alessandro Volta di Palermo. E’ componente del consiglio direttivo dell’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano. Attualmente è vicepresidente dell’Università Europea del Tempo Libero dove tiene i corsi: “Storia della Mafia” e “Storia dei beni monumentali siciliani”. È istruttore velico per la Lega Navale di Palermo, insegna a navigare a giovani studenti e a soggetti diversamente abili. Ha tenuto conferenze per il Rotary Club su Medea e per La Libera Università Itinerante su Andrea Camilleri. Dopo il saggio “Federico II e i Templari” per l’editore “Punto Luce”, ha ultimato il romanzo “L’omicidio Tandoj”.

FRANCO CARLISI

Fotografo, regista e sceneggiatore, di Grotte. Dopo la laurea in Ingegneria Elettrica, si dedica alle arti visive, dal 2006 dirige la rivista scientifica di immagini e cultura fotografica “Gente di Fotografia”. Ha all’attivo una ventina di pubblicazioni tra le quali “Romanzo italiano”, “Gente di Fotografia” Edizioni 2023, “Il valzer di un giorno” II edizione, Polyorama, Modena 2019. Nel maggio scorso esce il suo film “Non sai quanti nomi ti ho dato” che riceve numerosi premi nell’ambito di vari festival del cinema indipendente. Nel 2011 vince “Premio Marco Bastianelli” per il miglior libro fotografico pubblicato in Italia nello stesso anno. I suoi lavori sono stati esposti in prestigiose sedi in Inghilterra, Francia, Spagna, Austria, Germania, Federazione Russa, Marocco e Italia.

MARGHERITA RIMI

Poetessa e saggista, originaria di Prizzi, ma agrigentina d’azione, medico e neuropsichiatra dell’infanzia e dell’adolescenza, svolge un’intensa attività di prima linea per la cura e la tutela dell’infanzia, a favore dei bambini portatori di handicap e contro le violenze e gli abusi sui minori. Autrice di diverse pubblicazioni sia di poesie che di saggi con importanti case editrici. I suoi versi figurano in riviste e antologie italiane e straniere. Tra le raccolte diversi ricordiamo “Era farsi. Autoantologia” 1974-2011 (Marsilio), “Nomi di cosa – Nomi di persona” (Marsilio), “Le voci dei bambini” (Mursia). Fra i saggi più recenti “Il popolo dei bambini. Ripensare la civiltà dell’infanzia” (Marietti). Ha pubblicato saggi su scrittori importanti come Giuseppe Pontiggia e Elsa Morante.

ANTONIO LIOTTA

I successi di Antonio Liotta, medico, politico, operatore culturale di Favara, sono legati soprattutto all’attività editoriale della casa editrice Medinova che ha già pubblicato 120 titoli di libri tra cui “Agrigento Intima” del fotografo Angelo Pitrone, del primo dei sette romanzi inediti “Il dirigibile Perduto” di Antonio Russello e si è aggiudicata la pubblicazione di ben 20 libri, in cinque anni, dello storico Settimio Biondi, a cura del Parco della Valle dei Templi di Agrigento. Dal novembre 2021 è vice sindaco ed assessore alla Pubblica Istruzione e Cultura al comune di Favara. Fondatore e dirige l’Hospice e Clinica del Dolore. Presidente di Amici Isal Agrigento, è tra i fondatori del “Centro Studi Antonio Russello”e collaboratore sin 2010 di Farm Cultural Park.

DOMENICO PONTILLO

Domenico Pontillo, polistrumentista, è il musicista agrigentino sempre attivo e in giro per il mondo. Ha iniziato a studiare il mandolino a 11 anni e a frequentare la barberia del maestro e compositore di sonate popolari Calogero Cumbo, dal quale ha appreso l’arte del mandolino. E’ stato direttore artistico del musical “Barberia” con la regia di Massimo Venturiello che ha girato i maggiori teatri italiani insieme alla compagnia favarese. Nel 2023 ha preso parte ad alcuni concerti con Antonio Zarcone e con il Gruppo Popolare Favarese al Teatro dell’Efebo e a Verbania dove ha presentato insieme ad altri musicisti “Il canto d’amore e le musiche popolari della tradizione siciliana”, riscuotendo sempre grande consenso di pubblico e critica. Il suo modo di suonare è singolare ed unico.

GIANFRANCO IANNUZZO

Gianfranco Iannuzzo recita Pirandello ed altri grandi autori. E’ uno dei personaggi più amati dal pubblico siciliano e dal teatro italiano contemporaneo. Dal 1989 ha fatto coppia con Gino Bramieri in una serie di fortunate commedie che hanno sbancato i botteghini di tutta Italia. Nel 2023 Gianfranco ci ha regalato lo spettacolo “ Il padre della sposa” che condivide con un cast di attori straordinario: Barbara De Rossi, Martina Di Fonte, Roberto Iannone, Lucandrea Martinelli, Gaetano Aronica e Marcella Lattuca, questi ultimi due agrigentini, come Gianfranco e il produttore Francesco Bellomo, sono ulteriore motivo di grande soddisfazione. A febbraio 2024 la divertente commedia sarà rappresentata al Teatro Pirandello.

ANTONELLO BOSCO

Antonello Bosco è nato a Palermo, nel 1953 ma ha vissuto tra Favara e Racalmuto. Si è laureato in medicina e chirurgia nel 1979 presso l’Università di Palermo. E’ il medico che tutti vorremmo incontrare, affettuoso e disponibile, sempre presente ai congressi nazionali di medicina. Nel 2023 ha scritto degli articoli sul futuro dell’intelligenza artificiale e della radiologia, per una rivista scientifica, ed ha iniziato a scrivere un romanzo dal titolo “L’accompagnatore”, che sarà pubblicato agli inizi del 2024. Sempre nel 2023 ha deciso di rilanciare il gruppo musicale “Carpe Diem” nato negli anni ’70, nel quale suonava la chitarra elettrica. Partecipa spesso ai congressi, anche come semplice uditore.

MARIANGELA LONGO

E’ palermitana, ma riberese d’azione perché dall’età di 23 anni inizia la carriera didattica presso l’Istituto di Studi Musicali “Arturo Toscanini” di Ribera, dove dal 1998 al 2023 è titolare dì cattedra di pianoforte e dove ha svolto il prestigioso ruolo di direttore dal 2015 al 2021, risanando la gravissima situazione economica che ne metteva a rischio la sopravvivenza, rilanciando le attività didattiche, decuplicando gli iscritti, innovando l’offerta formativa con i nuovi linguaggi musicali e ristrutturando la nuova sede ottenuta dal Comune, oggi all’avanguardia europea. Dal 2021 ha continuato a seguire insieme al direttore Riccardo Ferrara e al presidente Giuseppe Tortorici, in qualità di vice direttrice, il complesso iter di statalizzazione iniziato nel 2017 e conclusosi l’1 gennaio 2023 con la promozione dell’Istituto a Conservatorio di Musica di Stato.

GIUSEPPE MAZZOTTA

Giuseppe Mazzotta si è laureato in Architettura al Politecnico di Torino nel 1978 con il massimo dei voti e ha studiato teatro al Nuovo, per poi trasferirsi in Sicilia dove ha insegnato discipline artistiche e tecniche negli istituti di istruzione secondaria statali. Consigliere dell’Ordine degli Architetti PPC della provincia di Agrigento dal 1996. E’ stato presidente. Oggi ne è segretario e responsabile della Formazione.

Attivista.E’ responsabile del Gruppo Attivo di Ribera, poi consigliere della sezione WWF Sicilia dal 2002 al 2004. Dal 2004 al 2009 è stato eletto al consiglio comunale di Ribera. Dal 2015 è presidente del WWF Sicilia Area Mediterranea, con competenza territoriale da Trapani a Ragusa senza soluzione di continuità. Volontario del Progetto Tartarughe WWF autorizzato dal Ministero dell’Ambiente.

GIOVANNI RUVOLO

Cardiochirurgo di fama internazionale, ma benefattore per il suo gran cuore e la sua umanità. Dall’Europa all’Africa, dall’Italia all’Ucraina per aiutare quanti soffrono la povertà e la guerra. Da 20 anni vola periodicamente per la Tanzania, in Africa, dirigendo un’equipe medica di volontari, portando aiuti, attrezzature mediche e scientifiche, mezzi di trasporto e contribuendo a costruire ambulatori, ospedali, scuole, strutture sociali. Protagonista delle iniziative di generosità è Giovanni Ruvolo, riberese, dal 2014 direttore dell’unità complessa di cardiochirurgia dell’università Tor Vergata di Roma. Vive con intensità la sua professionalità di cardiochirurgo, ma il tempo libero lo dedica alla solidarietà, coinvolgendo pure la famiglia, la moglie Margherita, deputato e sindaco, le figlie Mariastella e Adele.

GIUSEPPE FERLITO

E’ originario di Burgio, ma da 40 anni risiede a Firenze, dove fa il regista e il direttore di una scuola di cinema. Da due anni è sulla cresta dell’onda con il suo ultimo film “Re Minore” dedicato alla Sicilia, recentemente proiettato a New York e oggetto di numerosi premi nazionali. Laureato in architettura, esordisce alla regia nel 1983 con “Compagno che sei nei cieli”, arriva al cinema di grande distribuzione con “Femmina” interpretato da Monica Guerritore e Roberto Farnesi, sceneggiato da Giuseppe Patroni Griffi. Nel 1994 fonda a Firenze la Scuola di Cinema Immagina, di cui è docente e direttore artistico. Dal 2008 al 2016 dirige le pellicole “La verità negli occhi,” “Non buttarti via”, “Ultimo carico”, “Cavallo di Troia” e un lungometraggio su Internet con Remo Girone e Ricky Tognazzi. Nel 2019 realizza il lungometraggio “Re minore”, girato in provincia di Agrigento.

VINCENZO ITALIANO

E’ il calciatore-allenatore riberese oggi più famoso d’Italia perché per 20 anni ha calcato i terreni di gioco di tante squadre di serie A e da un paio d’anni allena con successo la Fiorentina in serie A, dopo un’esperienza a La Spezia. E’ il tecnico che per la sua preparazione e il per gioco che fa svolgere alla sue squadre è ricercato dai grandi club non solo italiani, ma anche inglesi. Gli sportivi locali e nazionali lo seguono ogni domenica sul piccolo schermo. Nasce in Germania, ma da calciatore parte da Ribera, gioca nel Trapani ed esordisce in serie A nel Verona nel 1996 dove rimane per 11 anni. A Padova, Perugia e Lumezzane resta gli ultimi anni da calciatore. Dal luglio 2021 allena con successo i viola.

 ENZO MINIO E MAURIZIO PISCOPO