Agrigento: Presentato domenica il libro sui fratelli Li Causi scritto da Giuseppe Maurizio Piscopo e Antonio Zarcone

198

Al teatro Pirandello di Agrigento ieri il pubblico ha vissuto una grandissima emozione nella giornata dedicata ai fratelli Franco e Totò Li Causi. Alla presenza di un folto pubblico attento e silenzioso, il regista Giovanni Volpe ha presentato un incontro culturale-letterario e musicale di altissimo profilo, citando fin dall’inizio lo scrittore Elio Vittorini. All’inizio sono intervenuti l’assessore al Turismo e allo Spettacolo Costantino Ciulla e il presidente della Fondazione Teatro Pirandello Alessandro Patti.

Il sindaco Francesco Miccichè era assente per motivi istituzionali, ma ha mandato i suoi saluti. Quella di ieri non è stata soltanto una celebrazione, ma un evento indimenticabile per la città di Agrigento e per tutta la Sicilia. In un teatro illuminato come per le grandi occasioni campeggiavano le foto dei Fratelli Franco e Totò Li Causi. Gli autori del volume Giuseppe Maurizio Piscopo e Antonio Zarcone hanno risposto alle domande di Giovanni Volpe sulla genesi del libro “Vitti ‘Na Crozza La storia e la musica dei fratelli Li Causi” edito da Lilit Books di Pippo Bellone.

Quello di ieri è stato un omaggio a 360 gradi che ha ripercorso la storia, la vita e le musiche dei Fratelli Li Causi dirette da Tom Sinatra ed eseguite rigorosamente dal vivo insieme ai figli Franco e Davide Li Causi, Mario Vasile e Mimmo Pontillo. Mentre Tom suonava e dirigeva la piccola orchestra che ha suonato in maniera impeccabile alcuni brani, sul grande schermo scorrevano le immagini storiche dei fratelli Li Causi, quelle tratte dal film “Il Cammino della Speranza” di Pietro Germi, Orso d’Argento al Festival di Berlino nel 1951, girato a Favara e tratto dal libro di Nino Di Maria “Cuore degli abissi” e alcune immagini della partecipazione di Maurizio Piscopo e Antonio Zarcone al seguitissimo programma Di Buon Mattino di Tv 2000 andato in onda in diretta da Roma il 7 dicembre.

A questo incontro hanno partecipato i ballerini Emilia Marino e Francesco Cappello. Alcuni brani tratti dal libro che sta riscuotendo enorme successo in tutta Italia, sono stati letti da Claudia Volpe e Gabriele Ciraolo. Emozionante la testimonianza scritta da Olga Begeza moglie di Tom Sinatra, una grande musicista ucraina che ha suonato la fisarmonica nel cd allegato al libro che contiene 15 brani, ed ha fatto riflettere sulla casa della musica e sulla cultura siciliana dei Fratelli Li Causi che abbraccia le musiche del mondo. Le foto fornite dagli archivi della famiglia Li Causi sono state scelte e assemblate da Angelo Pitrone. La parte fonica è stata curata da Crhistian Vassallo. Da segnalare l’esecuzione di due brani: “Paci facemu”, cantato da Franco e Davide Li Causi, “Vitti ’Na Crozza” eseguita da Antonio Zarcone. Nel futuro sono previste altre presentazioni in diversi teatri della Sicilia: Porto Empedocle, Favara, Ribera, Enna, Sambuca, Palermo. Già si parla di realizzare uno spettacolo teatrale ed anche un film sui Fratelli Li Causi. Sarebbe la maniera più giusta per onorare i due grandi musicisti internazionali e riportarli al loro posto nei teatri italiani e del mondo.

Le foto sono di Salvatore Indelicato