Ribera: I carabinieri arrestano un riberese e un tunisino per porto abusivo di arma e per resistenza a pubblico ufficiale

1471
SONY DSC

Un riberese e un tunisino sono finiti nelle maglie della giustizia per porto abusivo di arma da fuoco, per droga e per minaccia alle forze dell’ordine. E’ successo mercoledì, intorno alle ore 19,30, quando nel corso di un servizio di controllo della città e del territorio, i carabinieri della tenenza di Ribera, in collaborazione con i colleghi della compagnia di Sciacca hanno tratto in arresto in flagranza di reato Rosario Failla, riberese, di anni 33, per porto abusivo di arma comune da sparo e Rafix Bassir, di nazionalità tunisina, di anni 35 per violenza, minaccia, resistenza e oltraggio a Pubblico Ufficiale.
L’arresto è stato eseguito dai militari della Tenenza di Ribera che hanno operato una perquisizione presso il “Bar Nicolas”, gestito dal Failla, all’interno del quale hanno rinvenuto una pistola calibro 38 special con sei munizioni ed un grammo di cocaina. Mentre i militari operavano all’interno del locale con la perquisizione, ecco che sul posto giungeva anche Rafik Bassier in evidente stato di ubriachezza il quale,  dopo aver avuto un diverbio con dipendenti dell’esercizio pubblico, tentava di aggredire i militari operanti, minacciandoli con le mani.
Su disposizione del magistrato di turno della locale Procura della Repubblica di Sciacca, il Failla veniva condotto presso la casa circondariale di Sciacca, mentre il Bassir veniva accompagnato presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida.
In concomitanza del prossimo arrivo della stagione estiva, i militari hanno intensificato i controlli soprattutto negli esercizi pubblici per prevenire il consumo di alcol e di sostanze stupefacenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here