Ribera: Vertice per l’ospedale. Arriveranno i medici per integrare i reparti. Cracò nominato direttore sanitario del presidio.

1841

Ci voleva una forte polemica politica per fare chiarezza sui problemi dell’ospedale, sui disservizi che hanno colpito l’utenza, sullo spauracchio che il nosocomio potesse chiudere da un giorno all’altro non perché mancassero i pazienti (vi sono liste di attesa anche di 9 mesi), ma perché il personale medico è insufficiente a garantire le prestazioni.
Ieri, dopo le prese di posizione di tante forze politiche ad amministrative, si è svolto al palazzo comunale un vertice tra l’Asp di Agrigento, rappresentata dal dott. Adriano Cracò, l’amministrazione comunale, presente con il sindaco Pace, il presidente del consiglio Tortorici, diversi consiglieri comunali, e una mezza dozzina di rappresentanti di sigle sindacali della sanità.

riunione sanità marzo 2016 FOTO MINIO 2
La novità principale dell’incontro è stato l’annuncio dell’arrivo di alcuni medici che andranno ad integrare i vari reparti che erano carenti di personale. Per il pronto soccorso si registra l’arrivo di un medico a cui è stato conferito l’incarico ieri e il rientro di un professionista in congedo, ossia 5 medici su 6 della pianta organica. I reparti ospedalieri non saranno più sguarniti. Il laboratorio di analisi funziona a pieno regime perché è stato garantito il servizio dei tecnici in H 12, con la reperibilità notturna, in caso di urgenze.
Il reparto che soffre (effettua una seduta a settimana) è quello di chirurgia, con 3 soli medici su 6, per cui a breve scadenza, una volta consegnate le nuove sale operatorie collaudate il 2 febbraio scorso, si cercherà di rendere maggiormente attivo il reparto con nuovi professionisti da recuperare con i concorsi. La divisione di medicina sarà rafforzato con l’arrivo di un altro cardiologo per incarico dell’Asp.
Per il ventilato problema del trasferimento degli anestesisti dall’ospedale di Ribera a quello di Sciacca, il servizio è stato in queste settimane sempre attivo in H 24 in quanto non è stato mai interrotto perché è stata trovata una soluzione per il “Giovanni Paolo II” della cittadina termale. Ok per il reparto di radiologia. E’ stato reso noto che il dott. Adriano Cracò è stato nominato, dal direttore generale Salvatore Ficarra, responsabile della direzione del presidio ospedaliero di Ribera.
E’ stato concordato che le parti, amministratori comunali, medici, responsabili sindacali, si incontreranno il primo lunedì di ogni mese, alle ore 16, per monitorare la situazione ospedaliera. Pellegrino Spinelli, segretario provinciale Uil-Sanità: “Ottima la nomina del direttore sanitario, di buon auspicio gli impegni assunti per i nuovi medici, bisogna migliorare ancora l’attività ospedaliera”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here