Calamonaci: sabato al Teatro Nicolaj l’associazione “Arridi Ca Ti passa”. Ottimo successo il 20 febbraio scorso dell’associazione “Teatro e Amicizia Allavam”

917

Il prossimo appuntamento della VII rassegna teatrale Città di Calamonaci vedrà impegnati, sabato 5 marzo alle ore 21, gli attori dell’associazione teatrale “Arridi Ca Ti Passa” di Ribera dei fratelli Cipolla che porteranno in scena la nuova commedia “Come siamo caduti….. su”. Saranno impegnati sul palcoscenico Giuseppe Cipolla, Alessandra Riggi, Francesco Cipolla, Veronica Gagliano, Noemi Corso, Manuel Latino, Calogero Montalbano, Leonardo Moscato e Ylenia Piazza.
Intanto si è ancora spenta l’eco dell’ottimo successo ottenuto sabato 20 febbraio con la rappresentazione di “Pensaci Giacomino” della compagnia di Ribera “Teatro e Amicizia Allavam” con Ornella Vesco alla regia. La versione riberese si è rifatta a quella originale di Pirandello in dialetto agrigentino portata in scena nel 1916, e poi tradotta in italiano.
Il tema della commedia è uno  tra i più cari Pirandello: una denuncia dell’ipocrisia e della mediocrità della società in cui viviamo che viene fuori se solo tentiamo di andare “controcorrente”. Un professore di nome Agostino Toti, quasi in pensione vuole fare un opera buona alla soglia della vecchiaia, cioè sposare una giovane donna ma povera, però  trattandola da figlia perché il fine di questo uomo è soltanto di  garantirle un futuro e nello stesso tempo di prendere in giro lo stato. Il buon professore non poteva però prevedere che la fanciulla prescelta per questo piano abbia un segreto, cioè è incinta di un tal Giacomino Delisi.

Pensaci Giacomino 2 FOTO MINIO

Dopo un attimo di incertezza decide di sposare lo stesso la ragazza, e fa ancora di più, impiega lo spiantato Giacomino in banca cosicché sia tutto sistemato quando egli non ci sarà più.
È stata una commedia che ha fatto molto riflettere sulla condizione della nostra società, soprattutto sul tema famiglia, se si possono considerare genitori coloro che generano i figli o coloro che li crescono, a volte ancora meglio e con più amore dei genitori biologici. Un altro importante punto di riflessione è stato quello delle apparenze, quanto si è disposti a sacrificare per non fare parlare male le persone?
E’ stata una bella commedia del grande drammaturgo Pirandello, molto diversa da quelle a cui siamo stati abituati a vedere, proposte da “Teatro e amicizia Allavam” perché anche se non divertente nel vero senso della parola è riuscita con la sottile ironia pirandelliana a farci sorridere e soprattutto riflettere. La regista Ornella Vesco ha puntato molto su questa opera. Anche l’ essenziale scenografia scelta sicuramente ha voluto far risaltare ancora di più la recitazione degli attori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here