Bivona: Finanziamento per attivare a foresteria i locali del polo universitario

755

Il comune di Bivona, dopo circa 12 anni, recupera la somma di un milione e 200 mila euro, destinata allora al corso di laurea di Scienze Forestali, e la utilizza per la riqualificazione urbana di ben sei immobili – alloggi a foresteria per il Polo Universitario bivonese. Si tratta della creazione di ben 54 posti letto che serviranno per l’accoglienza di personale universitario, di studenti e di ricercatori impegnati nei master e nei laboratori sull’energia. A darne notizia è il sindaco di Bivona Giovanni Panepinto che ricorda che l’appalto dell’opera a base d’asta è di 1.169.995,20 euro, il cui bando andrà a scadere il prossimo 7 marzo.
“Il bando rientra nell’ambito dell’accordo di programma per il Polo Universitario di Ricerca di Bivona e Santo Stefano Quisquina per l’energia, l’ambiente e le risorse del territorio – spiega Giovanni Panepinto – l’ente ad oggi accoglie il laboratorio di sviluppo locale che, in accordo con l’università di Palermo e le pubbliche amministrazioni, mira a costruire un progetto condiviso e partecipato di sviluppo equilibrato, durevole e radicato nel territorio attraverso l’attivazione di master e corsi di alta formazione. L’obiettivo comune è quello di attivare e sostenere processi di sviluppo locale sostenibile”.
Il Comune di Bivona torna ad investire sulle strutture che, dal 1991 al 2001, ospitarono la sede decentrata della facoltà di Scienze Forestali dell’università di Palermo che consentì a centinaia di studenti di tutta l‘Isola di conseguire il diploma di laurea.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here