Ribera: Ultimati i sondaggi archeologici. Parte la costruzione del ponte Verdura

843

A sei mesi dalla gara di appalto, finalmente parte la costruzione del ponte Verdura. Sono stati ultimati nella giornata di ieri i sondaggi archeologici sull’area nella quale, a sinistra e a destra del fiume, passerà il ponte Verdura, sulla strada statale 115, a tre chilometri da Ribera. Non è stato trovato, come da previsione, alcun insediamento per cui già nella giornata di martedì prossimo i dirigenti dell’Anas, i funzionari della Soprintendenza dei Beni Culturali di Agrigento e i rappresentanti della ditta L & C di Alcamo si incontreranno sul sito per stilare l’apposito verbale che rappresenterà il semaforo verde per l’inizio dei lavori di costruzione del ponte.
Nei giorni scorsi la stessa operazione era stata ripetuta con i tecnici del Genio Militare di Napoli che hanno fatto il sopralluogo per una bonifica bellica di tutta l’area interessata dai lavori e hanno dato parere positivo all’inizio dei lavori su un terreno che non presentava alcun ordigno residuo della seconda guerra mondiale. L’unico neo è stato il pesante ritardo causato dalla burocrazia. Per il risanamento bellico sono stati impiegati inspiegabilmente oltre tre mesi, mentre le indagini della Soprintendenza di Agrigento sono state velocissime per la durata di appena tre giorni.
L’impresa di Alcamo è rimasta bloccata per diversi mesi senza potere iniziare i lavori di scavo, avendo da tempo impiantato il cantiere sulla SS 115, al km 136, e avendo portato sul posto, sulla riva destra del fiume Verdura, le alte trivelle che effettueranno gli scavi per la costruzione dei piloni in cemento armato del ponte che, su 4 campate, avrà una lunghezza complessiva di 230 metri, e che sarà posizionato tra i bivi stradali di Caltabellotta e di Ribera, per un costo complessivo di 6,5 milioni di euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here