Burgio: I vincitori del concorso dei presepi natalizi

1247

Da anni lo chiamano il paese dei presepi, delle befane e delle torte per via di un concorso indetto da anni dall’amministrazione comunale per le festività di Natale. Parliamo di Burgio dove per oltre due settimane tutto il tessuto urbano e buona parte della popolazione sono stati artefici della realizzazione di ben 16 presepi, di cui uno vivente, allocati nei diversi quartieri, e della presentazione di ben 16 befane che hanno sfilato sul palco in piazza, davanti ad altrettante torte, realizzate dai gruppi dei presepi e offerte ai cittadini e ai visitatori per la degustazione finale.
Una commissione ha visitato i presepi e ha scelto le tre opere più significative. La classifica ha visto al primo posto il presepe n.10 di vicolo Garella realizzato da Luciano Bonaccorso, al secondo posto il n. 16 di via San Martino di Giuseppe Mirabile e al terzo posto, con un ex aequo, i presepi di via Vittorio Veneto, il n. 4 di Paolo Pendola e il n. 5 di Paolo Verde e Nicola Sparacino. La premiazione ha avuto luogo nella chiesa madre, dove gli amministratori comunali di Burgio e i componenti della commissione giudicatrice hanno consegnato le targhe ricordo.

Burgio presepe Pendola terzo premio FOTO MINIO
Per l’Epifania, sul palco in piazza, hanno sfilato le 16 befane e sono state presentate altrettante torte, di gusto e formato diverso, con un tema specifico riguardante la tradizione, i beni monumentali locali e l’attualità. La giuria ha scelto per befana, la più tradizionale, una bambina di 3 anni, Giulia Gaeta, appartenente al presepe del quartiere di San Rocco, premiata con una targa dal vicesindaco Franco Matinella. Più complessa la premiazione delle torte. La giuria ha scelto l’attualità, la tematica degli attacchi terroristici di Parigi del 2015, rappresentati nelle due torte premiate con un ex aequo. La torta, collegata al presepe del quartiere di via Vittorio Emanuele, il n. 5, rappresentava Parigi e i suoi monumenti, mentre la seconda torta aveva per immagine una grande Torre Eiffell, riferita al presepe di via Soldano, il n. 7. I due pasticcieri sono stati premiati dal sindaco Vito Ferrantelli e dall’assessore Antonella Leo Virisisario.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here