Speciale agricoltura Ribera: I vivai “Natura Verde” di Ezio Tavormina

2062

Oggi il successo dell’azienda vivaistica di Ribera “Natura Verde”, diretta da Ezio Tavormina, sta tutto nello staff tecnico che sa offirre una pregevole collaborazione alla clientela e soprattutto nella fornitura di prodotti di eccellenza, con piante esclusivamente certificate. Il biglietto di visita dell’azienda, che ha sede a Ribera, in via Parigi, nella nuova area di urbanizzazione, permette all’utente di trovare subito la disponibilità del titolare che ha saputo selezionare un’èquipe di personale qualificato pronto ad offrire i consigli vivaistici e colturali necessari per una clientela sempre più esigente.

Ezio Tavormina con lo staff  all'interno del vivaio

vivaio 3
La filosofia dell’azienda “Natura Verde” è stata quella di aver saputo creare un organico gruppo di lavoro che mira, soprattutto, ad una conduzione familiare delle aziende. Fanno parte dell’èquipe due agronomi, Giovanni Sucameli e Cinzia Rizza, un tecnico Mauro Caternicchia e un paio di dozzine di operatori che sono messi a disposizione della clientela che non è solo agrigentina e siciliana, ma anche di altre regioni della penisola. Basta pensare ad un recente progetto realizzato dall’azienda in Sardegna, alla riqualificazione prossima del Club Mediterranèe di Cefalù e alla creazione di un’area di verde attrezzato presso la sede Rai di Roma.
Lo staff, nell’azienda di Ezio Tavormina che ha creato un piccolo impero vivaistico, oggi è in grado di potere offrire diversi servizi pubblici e privati che vanno dal giardinaggio alle aree verdi urbane, dalle architetture di verde alle bonifiche ambientali e alle disinfestazioni e a zone anche urbane colpite da dissesti idrogeologici come è il caso di Agrigento.

vivaio 1
Anche nel settore privato, gli agricoltori godono dell’aiuto e della collaborazione dell’èquipe vivaistica sia per l’aratura dei terreni che per la messa a dimora delle piante di cui curano successivamente il decorso della crescita, con interventi atti a debellare parassiti o malattie che si dovessero presentare in itinere. Si tratta di un gruppo di lavoro, quello di “Natura Verde” di Ribera, che ha la celerità e la fattività di una squadra della protezione civile, a costi decisamente accessibili e con la disponibilità spesso gratuita quando si tratta di beni da riqualificare che appartengono alla collettività e alla storia cittadina. Ne sanno qualcosa i centri di Ribera, Caltabellotta, Montevago e Agrigento dove alcune opere di verde sono state realizzate in maniera disinteressata per il bene comune.
Il motto di Ezio Tavormina da anni è “Meglio dare che ricevere”. In pectore, ha un progetto, quello di risanare a Ribera il sito ambientale di Santa Rosalia che racchiude un pezzo di storia e di tradizioni della città.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here