Agrigento: Delegazione di amministratori a Bruxelles per i bandi dei fondi europei. Tra essi i sindaci di Cianciana e Santo Stefano

1861

Erano una dozzina i sindaci e gli amministratori comunali della provincia di Agrigento che hanno preso parte alla trasferta di Bruxelles, al Parlamento Europeo, per incontrare i tecnici dell’Unione e per prendere visione dei prossimi bandi di finanziamento che saranno emessi dalla Comunità in programmazione per il 2014-2020. La delegazione agrigentina era composto dai sindaci di Santo Stefano Quisquina Francesco Cacciatore, di San Biagio Platani Santino Sabella, di Cianciana Santo Alfano, di Sant’Angelo Muxaro Lorenzo Alfano, dal presidente dell’Unione dei Comuni “Platani-Quisquina-Magazzolo”, e dagli amministratori comunali di Agrigento, Siculiana, Porto Empedocle.
La delegazione agrigentina, che è rimasta a Bruxelles per due giorni, faceva parte di un nutrito gruppo di 50 primi cittadini e amministratori della cosa pubblica di tutta la Sicilia che ha visitato il Parlamento Europeo e soprattutto ha preso i contatti con i dirigenti della programmazione comunitaria che nelle prossime settimane pubblicheranno i bandi per i finanziamenti, soprattutto quelli inerenti i settori dell’agricoltura, del turismo, della zootecnia e dell’artigianato.

sindaci a Bruxelles 3
Gli amministratori comunali, tutti, sono stati gratuitamente ospiti del gruppo parlamentare del PPE, sono stati ricevuti dal deputato europeo catanese Giovanni La Via che ha fatto da cicerone e li ha accompagnati da un dipartimento all’altro e non hanno pesato finanziariamente sui propri bilanci comunali perché si sono pagati di tasca propria il viaggio in aereo.
“Abbiamo preso visione delle modalità burocratiche e tecniche dell’avvio dei bandi comunitari – ci hanno riferito i sindaci Francesco Cacciatore e Santino Sabella – in maniera tale da fare predisporre ai nostri uffici tecnici e finanziari, in tempo utile, i progetti e le modalità di partecipazione ai bandi i cui tempi di scadenza, dopo la loro pubblicazione, sono decisamente brevi”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here