Ribera: Il consiglio comunale non approva le modifiche alla convenzione e la Cogesi rinuncia al progetto di riqualificazione dell’impianto sportivo di Spataro

1136

Il consiglio comunale di Ribera nella seduta del 16 novembre scorso non approva
la proposta del progetto finanza, ai sensi dell’articolo 153 del decreto legislativo circa i lavori di riqualificazione del centro sportivo polivalente di contrada “Spataro”, relativamente ad alcune modifiche alla bozza di convenzione, e la Cogesi, l’impresa riberese, che era interessata alla gara per il project financing, rinuncia alla gara e mette fine ad una “diatriba” politico-amministrativa che va avanti ormai da alcuni anni.
La mancata approvazione della delibera consiliare che avrebbe dovuto permettere al Comune e all’impresa di Ribera di fare un passo avanti per trovare una soluzione alla ristrutturazione dell’impianto polivalente che, per la verità, ha bisogno di radicali interventi per migliorare i servizi che la struttura sportiva dovrebbe offrire agli utenti, ha messo fine – pare – definitivamente ad un progetto che per la verità è stato osteggiato in passato dalla minoranza consiliare e da alcune società sportive e oggi non trova nemmeno consensi tra la stessa maggioranza di governo locale.
Ieri pomeriggio la comunicazione ufficiale della società COGESI s.r.l. con la quale rende noto di avere rinunciato a partecipare alla gara per il project financing finalizzato alla ristrutturazione del campo sportivo di contrada Spataro, la cui proposta, con delibera n. 61 del 19.11.2013, era stata dichiarata di pubblico interesse dal consiglio comunale di Ribera.
Il comunicato stampa della società così recita: “La ragione di questa rinuncia scaturisce dal fatto che i tempi della politica, molto lenti, non corrispondono a quelli di una sana imprenditoria, che, investendo denaro proprio, deve prendere le decisioni in tempi molto più rapidi. Infatti COGESI ha dovuto per quasi tre anni aspettare invano le decisioni definitive del consiglio comunale di Ribera, che ancora oggi devono arrivare”.
La ditta Cogesi fa rilevare, inoltre, che l’impresa riberese ha speso già dei soldi per predisporre il progetto e per varie procedure burocratiche ad esso finalizzate. Nonostante ciò – si legge nella nota – la ditta lo mette a disposizione del Comune di Ribera per l’eventuale gara, alla cui partecipazione la Cogesi fin da ora rinuncia in modo irrevocabile.
Il documento si conclude con la precisazione che la “Cogesi in questo progetto non aveva finalità speculative, ma intendeva offrire alla comunità una struttura moderna ed efficiente, salvaguardando peraltro, come da convenzione col Comune di Ribera, la gratuità di tutte le attività sportive dilettantistiche che oggi vi si praticano in condizioni non adeguate a un paese moderno”.
Fin qui la presa di posizione, netta e determinata dell’impresa. C’è da vedere ora le reazione della politica riberese e delle società sportive locali sia quelle erano a favore e sia quelle che si erano dichiarate contrarie al progetto finanza.