Vito Baglio della Fillea Cgil: “L’Italcementi ceduta per il 45% ai tedeschi Heidelberg”

675

La cessione del 45% di Italcement ai tedeschi di Heidelberg crea grande preoccupazione per i livelli occupazionali del gruppo. La esprimono le tre organizzazioni sindacali nazionali di categoria (Fillea, Filca e Feneal); la condivide pienamente la Fillea di Agrigento in particolare per quella parte di stabilimento attiva a Porto Empedocle e per gli accordi siglati in loco in favore dei lavoratori in mobilità da sette mesi.
Avere appreso dalla stampa il passaggio di questo pacchetto azionario non giova alle buone relazioni sindacali.
L’azienda dovrebbe convocare le organizzazioni sindacali e spiegare i termini dell’operazione., chiarire se ci sono variazioni nel piano industriale nonché nelle ristrutturazioni in atto.
L’azienda, relativamente allo stabilimento di Porto Empedocle e all’accordo siglato in favore dei lavoratori posti in mobilità e dei lavoratori trasferiti in altri stabilimenti Italcementi, dovrebbe chiarire le reali intenzioni per due motivi: il primo è legato al nuovo assetto, il secondo è dovuto ai mancati appuntamenti fissati lo scorso febbraio a Roma al Mise con fillea, filca e feneal territoriali e le Istituzioni regionali.
I lavoratori esprimono timore ed ansia per la nuova situazione venutasi a creare proprio in questo periodo feriale in cui l’Italia si ferma. La Fillea di Agrigento, ovviamente, è sempre pronta a dare sostegno e solidarietà a tutti i lavoratori coinvolti in questa vicenda.

Vito Baglio segretario generale Fillea – Cgil Agrigento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here