Santo Stefano Quisquina: Pronto il programma dell’Estate Stefanese

1079

Con delibera di Giunta del 28 luglio c. a. è stato approvato il cartellone delle attività di Quisquina Estate 2015. Un calendario abbastanza ricco di eventi nonostante la così tanto fomentata spending review e l’assenza di bilancio di previsione. Ne danno comunicazione il sindaco Francesco Cacciatore e l’assessore comunale alle Attività Rcreative Giovanna Ferraro.
Manifestazione fortemente voluta proprio per regalare un po’ di serenità e di spensieratezza agli stefanesi, a chi fa ritorno a casa dopo lungo tempo di forzata lontananza, a chi per caso o per curiosità si trova a passare come turista da queste parti incuriosito dalle bellezze paesaggistiche e dalle prelibatezze gastronomiche.
Un assaggio di Quisquina Estate 2015 lo abbiamo avuto nel mese di luglio con due saggi ginnici e uno spettacolo sulla Grande Guerra tra canti, immagini e parole.
Sono state fatte scelte precise cercando di mirare alla qualità piuttosto che alla quantità, di promuovere le eccellenze artistiche del nostro territorio e di guardare anche oltre il nostro ristretto orizzonte.
A ben vedere è un manifesto ricco di eventi musicali e teatrali: tre saranno le commedie messe in atto nella splendida cornice del piccolo anfiteatro ubicato presso il Parco Urbano; tante le band che si esibiranno quasi ogni sera nei vari locali o nelle piazze.
Con uno sguardo al passato per una migliore visione del futuro intrattenendosi col presente tra una commedia e una canzone, si fa per dire, alcune serate saranno dedicate ad avvenimenti particolari: una sfilata di moda in una delle location più belle e suggestive del nostro contesto urbano che è P.zza Castello; il carosello di magnifici esemplari equini autoctoni e non, con relativi balli country; la presentazione di un libro molto emozionante sulle donne della ex Jugoslavia; la visione di un film per chi ama dare un’occhiata alla Sicilia di qualche tempo fa; una serata di cultura dialettale per non perdere i nostri idiomi originari, uno spettacolo di intrattenimento culturale che guarda al passato fatto di storia e di canzoni; una rivisitazione storica della vita degli eremiti presso l’incantevole Eremo della Quisquina.
Largo spazio sarà dato allo sport con tornei di calcetto, pallavolo, tennis, scopone scientifico e bocce per accontentare qualsiasi tipo di utenza e poi trekking e bike e un’ intera giornata dedicata ai bambini per dare sfogo al loro divertimento.
A proposito di agonismo un accenno particolare va rivolto al torneo di calcetto che quest’anno si svolgerà a P.zza della Repubblica dove è stato allestito un campetto ad hoc con l’acquisto di un tappetino di erba sintetica, un piccolo fiore all’occhiello di un’Amministrazione che ha cercato di fare un buon investimento con un occhio di riguardo per i giovani.
L’acquisto del suddetto tappetino nasce proprio dalla forte richiesta da parte di tanti ragazzi sportivi, ma non solo, e dal fatto che, vista l’ubicazione di molti eventi al Parco Urbano, nasce l’esigenza di dare un richiamo vivace al contesto cittadino.
La “notte bianca”, immancabile appuntamento di ogni estate che si rispetti, sarà all’insegna di musica, arte, hobby e gastronomia: ci saranno artisti che dipingeranno in estemporanea, hobbysti che presenteranno le proprie creazioni, musica per tutti i gusti e soprattutto tanto cibo. Proprio nell’anno dell’Expo non poteva mancare il tema gastronomico che punterà alle eccellenze culinarie tipiche del nostro territorio. La biblioteca scenderà in piazza per chi vorrà leggere un libro al chiaro di luna.
Ad aprire le danze ci sarà un evento molto importante e lodevole organizzato da diverse associazioni di volontariato perché verranno raccolti generi alimentari e fondi che saranno devoluti in parte alle famiglie bisognose e in parte alla ricerca scientifica in campo medico.
Qualche giovane scriveva tempo fa sui social network: “Danno fuoco ai nostri sogni e poi ci chiamano gioventù bruciata”. Questo manifesto cerca di accontentare tutti, ma soprattutto quei ragazzi ai quali non si può promettere un lavoro e un futuro migliore, ma un piccolo sogno, quello sì. E, in attesa di tempi migliori, se può bastare una serata di svago o una partita tra amici, allora saremo contenti di aver dato vita, seppur in modo molto modesto, al Quisquina Estate 2015.
Un ringraziamento speciale va alle Associazioni di volontariato, alla Consulta Giovanile e a tutti coloro che si sono prodigati per la buona riuscita delle manifestazioni estive.

L’Assessore alle Attività Ricreative
Giovanna Ferraro

Il Sindaco

Francesco Cacciatore

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here