Ribera: Rimosso il semaforo, torna normale il traffico nei due sensi di marcia sulla SS 115, sul ponte Verdura

795

Da ieri mattina, alle ore 10,30, è tornato normale, nei due sensi di marcia, il traffico veicolare sulla strada statale 115, proprio sul ponte del fiume Verdura, dove dallo scorso mese di febbraio il passaggio delle autovetture è stato regolato da un semaforo che ha limitato la velocità, ha consentito il passaggio dei mezzi con un senso unico alternato e naturalmente ha creato dei disagi agli automobilisti che si sono trovati ad attraversare il tratto viario tra Ribera e Sciacca.
L’Anas della sede compartimentale di Palermo ha emesso ieri un’ordinanza con la quale provvedeva alla rimozione immediata dell’impianto semaforico, attuato nel giro di pochi minti, consentendo ai veicoli un transito regolare e non smorzato da quella luce rossa che per circa quattro mesi ha creato ritardi di una diecina di minuti nei due sensi di marcia. Era successo che la fortissima piena del fiume Verdura, che tanti danni ha arrecato nello scorso inverno a centinaia di ettari di agrumeto e a strade interpoderali, ha eroso parte degli argini del corso d’acqua, attaccando perfino i buzzoni di pietre che stanno alla base della passerella costruita in fretta dopo il crollo del ponte avvenuto il 2 febbraio del 2013 che per fortuna non ha arrecato danni né alle persone né alle cose.

ponte-Verdura-FOTO-MINIO-(1)
L’Anas in questi mesi ha provveduto a mettere in sicurezza la struttura della passerella, realizzata con grosse tubazioni Irmco, e si è cautelata da eventuali pericoli con l’installazione all’ingresso di ambedue i lati del ponte Verdura di due semafori che hanno consentito il passaggio di una sola fila di veicoli, mentre nel sottostante letto del fiume una ditta incaricata dall’azienda nazionale ha eseguito il ripristino delle protezioni della passerella, preservandola da eventuali altre inondazioni che sono frequenti però soltanto nella stagione invernale tra dicembre e febbraio.
Naturalmente l’Anas ha provveduto a fare installare sulla SS 115, prima e dopo il ponte Verdura, un’apposita segnaletica verticale e un’altra gialla, sull’asfalto, che invita gli automobilisti a rispettare il limite di velocità da tenere per qualche centinaio di metri. Ora si aspetta soltanto che la ditta LC srl di Alcamo, che nei giorni scorsi ha vinto la gara di appalto per la costruzione del nuovo ponte, 200 metri più a valle, sul corso d’acqua, apra il cantiere per dare inizio ai lavori che devono essere completati nel giro di appena un anno e che costeranno complessivamente circa 4 milioni di euro, tutte le spese comprese.