Agrigento: Liberati 7 falchetti e una poiana

1257

Molto attivi gli operatori del centro di recupero fauna selvatica e tartarughe marine del CTS di Cattolica Eraclea. Nella mattinata di ieri i responsabili Calogero e Davide Lentini hanno provveduto a liberare, nel territorio del comune di Agrigento, sette falchetti e una poiana nella stessa area dove erano stati trovati da un avvocato agrigentino che ha voluto partecipare alla manifestazione di rimessa in libertà dei rapaci. La liberazione è stata autorizzata dalla Ripartizione Faunistico-Venatoria di Agrigento sempre presente con propri funzionari.

I volatili sono stati liberati in agro di Cannatello, compresa la poiana, mentre due gheppi sono stati rimessi in libertà nel territorio compreso tra Agrigento e Palma di Montechiaro, come dalla foto di Fabio Peonia. I rapaci erano stati trovati piccoli, ancora nidiacei, dal professionista agrigentino e consegnati ai dirigenti del centro cattolicese che li hanno rifocillati e curati per circa un mese prima nei locali dello stabile e poi dentro le voliere.

“Li abbiamo liberati – ci dice il veterinario Calogero Lentini – prima perché erano già in condizione di volare e poi perché non c’era più posto nelle voliere dove si trovano altri uccelli feriti e in via di guarigione”. Resta ancora nel centro una grossa tartaruga caretta caretta che è stata morsa da uno squalo che le ha staccato una zampa. Una tartaruga di 13 chilogrammi è stata liberata nei giorni scorsi sulla spiaggia di Eraclea Minoa, tra due ali di folla e di bagnanti.

 

FOTO DI FABIO PEONIA