Sambuca di Sicilia: Manifestazione scolastica “Un Albero per la Pace”

79

L’istituto comprensivo “G. Tomasi di Lampedusa”, in collaborazione con l’associazione “Promo Belice” e il Lions Club Sambuca Belice, ha organizzato la manifestazione “Un Albero per la Pace”, che, grazie anche alla referente dell’ iniziativa scolastica la professoressa Mariella Mulè, si è tenuta il 21 novembre scorso a Sambuca di Sicilia. L’iniziativa ha visto coinvolti gli alunni e i docenti della scuola primaria del plesso “A. Gramsci” e della scuola secondaria di primo grado del plesso “Fra Felice da Sambuca”, nell’ambito dell’insegnamento trasversale all’educazione civica e alla cittadinanza attiva degli alunni.

Grande la partecipazione della comunità scolastica e di quella sambucese che, intorno alle 10.00 circa, si è radunata nello spiazzo adiacente i plessi scolastici per la piantumazione nell’aiuola centrale di alberi di ulivo, simbolo di pace. La manifestazione è stata, inoltre, arricchita dal contributo musicale dell’orchestra “Fra Felice da Sambuca”. Ad essere presenti la dirigente scolastica Gabriella Scaturro, il sindaco Leo Ciaccio e gli assessori, il parroco don Giovanni Corona, il Conalpa delegazione di Agrigento “Beato Rosario Livatino”, le associazioni promoter, i carabinieri, il corpo forestale, la polizia municipale, i quali hanno aperto i lavori e dato il loro saluto.

Francesco Messana, già ispettore superiore del corpo forestale della Regione Sicilia, ha aperto il suo intervento riportando i saluti del capo dell’ispettorato forestale di Agrigento ing. Alfonso Casalicchio e del dirigente generale del corpo forestale ing. Giovanni Salerno, personalità sensibile alle tematiche ambientali e che ha permesso la partecipazione del personale in divisa del corpo forestale dei distaccamenti di Sambuca, Santa Margherita e Ribera. L’ispettore ha poi proseguito addentrandosi nel cuore della storia dell’ “arbor day”, una delle più annose cerimonie in ambito forestale, risalente al 1872 nel Nord America.

La sua risonanza giunse poi in Europa, dove trovò molti estimatori che sposarono l’iniziativa. In Italia la prima “Festa dell’Albero” fu celebrata il 21 novembre del 1898 per iniziativa dallo statista Guido Baccelli, quell’anno in carica come Ministro della Pubblica Istruzione e nel 1951 una circolare del Ministero dell’Agricoltura e delle Foreste stabiliva che la “Festa dell’Albero” si doveva svolgere il 21 novembre di ogni anno. Ha poi illustrato l’essenziale importanza e la vitale funzione degli alberi, come bene primario per tutti gli esseri viventi.

La cerimonia si è poi conclusa con puntuali osservazioni e letture degli studenti delle diverse classi coinvolte, guidatidai loro insegnanti, per terminare la manifestazione con la piantumazione di piantine di ulivo nelle aiuole dell’istituto scolastico di Sambuca, elevate a simbolo di pace, condizione tanto agognata a cui tutti noi oggi auspichiamo fortemente.

Inoltre, un ringraziamento va al dirigente del Servizio per il Territorio di Agrigento Bartolomeo Scibetta che ha autorizzato il vivaio Forestale di Ribera a concedere le piantine per la riuscita della manifestazione e alla professoressa Mariella Mulè, referente del progetto “Un Albero per la Pace”. Gli alunni, riunitisi nello spiazzo della scuola, hanno colorato la mattinata con cartelloni, disegni e striscioni. E proprio in questo luogo carico di significato, la scolaresca ha esposto i propri elaborati realizzati in queste settimane nei laboratori artistico-linguistico-espressivo e condiviso pensieri e poesie. Afferma il dirigente scolastico Dott.ssa Gabriella Scaturro: “Questa giornata dedicata agli Alberi e alla Pace ha voluto essere un atto simbolico, ma al contempo concreto, per sensibilizzare i nostri alunni e tutti noi sull’importanza degli alberi per la Vita e della Pace, un momento comunitario di riflessione per ricordare quanto essi siano un bene imprescindibile per ciascun essere vivente”.