Cianciana-Montallegro: 3,5 milioni per il dissesto idrogeologico

116

Quasi tre milioni e mezzo di euro assegnati dal commissario del Dissesto Idrogeologico della Regione Siciliana per progetti dei comuni di Cianciana e Montallegro che lamentano pericoli incombenti. Si tratta di due finanziamenti, di 1 milione di 680 mila euro per ciascun paese, assegnati con decreto dalla giunta del governo regionale per combattere alcune aree urbane interessate da frane e da possibili pericoli per strade ed abitazioni. Ci si trova in presenza di un risanamento del territorio richiesto da alcuni anni e che ora diviene realtà, in un’area molto fragile, a rischio smottamenti.

A Cianciana – ci conferma il sindaco Francesco Martorana – il finanziamento sarà utilizzato dal comune per mettere in sicurezza il costone della collina ad ovest del centro abitato. Strada ed abitazioni, all’uscita della cittadina, in direzione di Alessandria della Rocca, saranno messe in sicurezza con la realizzazione di un grosso muro su palificazioni per fermare il lento e costante declivio del terreno verso la sottostante vallata. “Sarà colmata una lacuna – conferma il primo cittadino Martorana – che fino ad oggi per fortuna non ha arrecato danni al tessuto urbano. In ogni caso la prevenzione è sempre meglio della cura”.

A Montallegro, invece, i lavori pubblici interesseranno il costone di gesso e pietra di Monte Suso, la collina ad ovest del centro abitato, dove nei secoli scorsi sorgeva l’antica cittadina e dove, sulla sommità, resistono ancora al tempo le antiche abitazioni, compresi i resti di una chiesetta. Con l’intervento sarà evitato il crollo di massi sulle sottostanti abitazioni. “Con la messa in sicurezza del costone – dice il sindaco Giovanni Cirillo – saranno eliminati danni ed eventuali tragedie, derivanti dagli smottamenti naturali del terreno che in passato si sono verificati più volte”.