Ribera: In ritardo la consegna delle 60 case popolari

52

C’è un considerevole ritardo nella ultimazione delle 60 case popolari di Largo Martiri di via Fani, in ricostruzione da oltre un anno e mezzo. Lamentele e proteste sono delle famiglie che da anni vivono in abitazioni prese in locazione, ma pagate dalla Regione Siciliana. Le 10 palazzine sono incomplete perché mancano della pavimentazione, degli infissi esterni, delle strade e del verde, oltre che dei servizi ancora da allacciare. L’impresa addossa la responsabilità sui ritardi al covid e alla fornitura delle materie prime. I nuclei familiari precisano che le squadre al lavoro in cantiere sono poche per degli alloggi che avrebbero dovuto essere consegnati nel febbraio scorso.
Anche il sindaco Matteo Ruvolo ha precisato che i ritardi sono ingiustificati, che le famiglie sono stanche della lunga attesa di quasi 10 anni e che nella prossima settimana sull’argomento incontrerà a Palermo sia il presidente Musumeci che l’assessore Falcone. Il commissario Pontillo e la direttrice Siragusa dell’Iacp di Agrigento, sentiti direttore dei lavori e Rup, inviteranno l’impresa ad accelerare i lavori con la presenza di una maggiore manodopera in cantiere.