Sindaci agrigentini e palermitani chiedono l’ammodernamento della SS 118 Agrigento-Corleone

134

I sindaci dei comuni di Agrigento, Corleone, Marineo, Prizzi, Palazzo Adriano, Bivona, Raffadali, Joppolo Giancaxio, Santa Elisabetta, Lucca sicula, Alessandria della Rocca, Chiusa Sclafani, Giuliana, Campofiorito, Contessa Entellina, Santo Stefano di Quisquina, Cianciana il 26 Luglio 2021 si sono riuniti presso la Real Casina di Caccia di Ficuzza, Corleone e hanno sottoscritto una richiesta al presidente della Regione Sicilia, all’assessore regionale al Bilancio, all’assessore alle Infrastrutture e all’Anas per l’ammodernamento della SS 118, la Corleone-Agrigento.
Questa la nota approvata dagli amministratori.
“Dopo ampio dibattito hanno approvato il seguente documento
premesso che
• La SS. Corleonese Agrigentina è patrimonio storico culturale e identitario dell’area Sicana, la strada romana più antica di Sicilia (264-241 a.C.). Essa riprende lo stesso percorso, tutto interno, della Via Aurelia da Palermo ad Agrigento. Una strada il cui nome è stato rivelato solo nel 1955 con il ritrovamento della pietra miliare, ritrovata nei pressi di Cozzo Zuccarone, a Corleone. Capolinea di questa strada è la Valle dei Templi a Porta Aurea.
• È un grande connettore territoriale sul quale si innescano i collegamenti con tutti i comuni dell’entroterra del palermitano e dell’agrigentino.
• le infrastrutture sono precondizione dello sviluppo.
• rilevato che quasi tutti i comuni interconnessi dalla SS. 118 sono in rete nel Parco Mondiale della Dieta Mediterranea, nei cammini religiosi quali strumenti di sviluppo locale sostenibile.
• obiettivi perseguiti dai Gal, Comuni, Agenzie di Sviluppo operanti nel territorio sono, tra gli altri, il potenziamento degli itinerari turistico-religiosi.
• è stata finanziata la realizzazione della cosiddettaMaremonti, una stradache collegherà i comuni delle aree interne con la costa agrigentina e il resto dell’isola orientale.
• la 118 attraversa il Parco dei Monti Sicanie ne consentirà la ottimale valorizzazione del sistema naturalistico.
• che questa strada si snoda attraverso percorsi di connessione dei santuari mariani e chiese legate al culto della Madonna della Rocca (Santa Rosalia di Ficuzza, Tagliavia, Madonna del bosco di Rifesi, Santa Maria del Bosco di Contessa Entellina, Santuario della Madonna della Rocca di Alessandria della Rocca, Santuario della Madonna del Balzo di Bisacquino).
• ritenuto che l’area dei Sicani e il Corleonese risultano particolarmente svantaggiati nel rapporto di crescita rispetto alla condizione che si registra nel resto di Italia e in particolare nel centro nord, è necessario, perché venga superato tale divario, intervenire sulle infrastrutture materiali e immateriali, che consentano di raggiungere obiettivi di sviluppo attraverso la valorizzazione delle enormi ricchezze naturalistiche ambientali storiche e archeologiche e delle enormi risorse umane e intellettive presenti sul territorio.
• ritenuto che occorre attuare una politica che consente ai comuni dell’entroterra del palermitano e dell’agrigentino di mettersi in rete tra loro, potendo contare su un adeguata rete viaria portuale eaeroportuale.
• Evidenziato che per valorizzare l’ingente patrimonio artistico storico culturale dell’area dei sicani, del Sosio e del corleonese è necessario superare la marginalità geografica e bloccare la lenta agonia delle aree interne progressivamente sempre più spopolate.
• Ritenuto necessario che la ss. 118 torni ad essere volano dello sviluppo di un’intera area della Sicilia che ha grandi potenzialità nei settori agroalimentare, ambientale, turistico e culturale, tutti ambiti delle mission e obiettivi del PNR.
• Ritenuto che è urgente una progettazione esecutiva, superando le vecchie analisi costi benefici, per garantire un nuovo diritto alla mobilità e per promuovere lo sviluppo attraverso una infrastruttura che pone lebasi per la resilienza di imprese e giovani generazioni e per garantire i diritti essenziali.
Tutto ciò premesso, i sindaci chiedono risposte concrete e tempi certi per la realizzazione della Strada Statale 118 premessa indispensabile perché si possa dare corso ad una programmata strategia di sviluppo dell’area dei Sicani, del Corleonese e della valle del Sosio.
Corleone, 26 Luglio 2021