Alessandria della Rocca: La Consulta Giovanile commemora il giudice Borsellino

65

“La lotta alla mafia, il primo problema da risolvere nella nostra terra bellissima e disgraziata, non doveva essere soltanto una distaccata opera di repressione, ma un movimento culturale e morale che coinvolgesse tutti e specialmente le giovani generazioni, le più adatte a sentire subito la bellezza del fresco profumo di libertà che fa rifiutare il puzzo del compromesso morale, dell’indifferenza, della contiguità e quindi della complicità”. Così scriveva il giudice Paolo Borsellino ucciso dalla mafia, 29 anni fa.
Ad Alessandria della Rocca, grazie all’impegno dell’assessore alle Politiche Giovanili Chiara Comparetto e al sindaco Giovanna Bubello è stato possibile organizzare, da parte del presidente della Consulta Giovanile Elisa Cavaleri e da tanti ragazzi, un ricordo, una piccola commemorazione in onore del giudice Borsellino.
C’è stato un piccolo intrattenimento musicale con il piccolo Vincenzo Russo, La canzone “Eroi” di Daniele Guastella è stata cantata da tutti i ragazzi.