Ribera: Vertice per la situazione irrigua. Il sindaco Ruvolo: “Riattivare il tavolo tecnico”

175

Su iniziativa del sindaco di Ribera Matteo Ruvolo, si è svolto un incontro per analizzare le diverse problematiche inerenti la situazione irrigua del comprensorio riberese: la necessità è quella di individuare i percorsi da intraprendere per assicurare il proseguo dell’irrigazione nell’attuale campagna irrigua, ma di trovare al contempo le possibili soluzioni per avere nei prossimi anni un servizio irriguo efficiente.
All’incontro hanno partecipato il direttore del Consorzio di Bonifica AG 3 Gigi Tomasino ed il presidente del Consorzio di Tutela dell’Arancia di Ribera DOP Giuseppe Pasciuta.
Il presidente Pasciuta ha tra l’altro sottolineato gli ottimi risultati raggiunti dalla filiera agrumicola del territorio, ma pure le preoccupazioni dei produttori per i ritardi nell’avvio dell’irrigazione e per l’inadeguatezza della obsoleta rete di distribuzione, che rischiano di frenare, se non mettere in crisi, la crescita del comparto: in quest’ottica. Sono state evidenziate alcune possibili soluzioni da sottoporre al confronto con le diverse istituzioni. Inoltre, si è garantito che il Consorzio si farà parte attiva sulla questione “irrigazione”, adoperandosi per incentivare l’uso di impianti irrigui aziendali con sistemi a risparmio idrico (goccia e subirrigazione), insistendo per l’aumento delle risorse finanziare per le aziende agricole finalizzate ad aumentare le proprie dotazioni irrigue.
Il Direttore Tomasino ha fatto il punto sull’attuale situazione della campagna irrigua e sulle diverse problematiche connesse, quali quella dell’adduttore Castello (che non ha permesso l’inizio per tempo dell’irrigazione, a causa del ritardo nella consegna da parte dell’impresa al Consorzio); ha parlato dei diversi interventi sull’adduttore, nelle vasche di distribuzione e riparazioni delle reti, che hanno reso possibile l’inizio dell’irrigazione, delle problematiche affrontate in sede regionale per attivare la connessione Gammauta-Castello, della necessità urgente del finanziamento dei progetti presentati per l’ammodernamento di alcune reti inefficienti. Il direttore Tomasino ha poi indicato alcune possibili soluzioni di medio termine, a partire dall’interconnessione tra i bacini. Infine, ha condiviso l’opportunità di un confronto sulle diverse idee e proposte, affinché il territorio possa esprimere una posizione unitaria e condivisa, da portare sul tavolo regionale e nazionale.
Il sindaco Ruvolo ha sottolineato l’impegno della propria amministrazione e quello suo personale, a sostegno del settore agricolo. A tal fine, anche sulla questione acqua per l’irrigazione, dall’inizio del proprio mandato e nel corso degli ultimi mesi, ha promosso una serie di incontri e tavoli di lavoro, oltre a sopralluoghi nei siti, in cui si sono registrate rotture e perdite. Infine, il primo cittadino ha ribadito la necessità di riattivare il “tavolo tecnico permanente” costituito da tutte le forze attive ed istituzionali: ciò affinché dal confronto e dalla condivisione di idee e progetti si possa iniziare un percorso virtuoso che possa finalmente assicurare un servizio irriguo efficiente e sostenibile all’intero territorio dipendente dal sistema Gammauta-Verdura e Magazzolo-Platani-Castello.