Ribera: Il Rotary Club ricorda al cimitero i due migranti annegati

1867

Scrive Francesco Montalbano:
Quando abbiamo deciso di onorarne la memoria erano due migranti ignoti, simboli di una tragedia infinita!
Oggi vedere la foto di Mohamed il bambino di 4 anni, sepolto in quel loculo, mi ha fatto tornare in mente la poesia di John Donne:
Nessun uomo è un’isola, completo in se stesso; ogni uomo è un pezzo del continente, una parte del tutto. Se anche solo una zolla venisse lavata via dal mare, l’Europa ne sarebbe diminuita, come se le mancasse un promontorio, come se venisse a mancare una dimora di amici tuoi, o la tua stessa casa.

Rotary club scrive: Un’altra bella pagina è stata scritta oggi dal nostro Club: il ricordo di chi, nel tentativo di trovarne una migliore, ha avuto la giovane vita spezzata! Un ringraziamento ai Soci ed ai loro coniugi, ai ragazzi del Rotaract e dell’Interact che hanno partecipato con commozione autentica alla semplice cerimonia al cimitero.