Cattolica Eraclea: Amato e Patti vincono la gara di body painting

1375

Sulla piazza Umberto I si è tenuta una lezione dal vivo di body painting organizzata dal maestro d’arte Calogero Danna, componente dell’AICS di Agrigento. Ha vinto la kermesse artistica, alla prima edizione, l’accoppiata formata dall’artista Anna Amato e dalla modella Martina Patti, madre e figlia, la prima docente di artistica e la seconda studentessa con diploma di odontoiatra.
Le modelle che hanno partecipato sono state Martina Patti di Cattolica Eraclea 
Jessica Buscemi proveniente da Lille (Francia), Martina Rizzuto da Milano, Miriam Truzzolino di Brescia, Alice Livoti di Ribera, Nino Di Caro di Cattolica Eraclea, Aleesa Pretto di Montreal (Canada) e Maria Bongiorno di Cattolica Eraclea.  I pittori-artisti sono stati Bruno e Davide Buscemi arrivati da Lille, Alessio Volpe di Cattolica Eraclea, Dinella Iacono di Cattolica Eraclea, Maria e Ninetta Emanuele di Lille, Maria Carmela Bentivegna, Anna Amato ed Elena Campisi, tutti di Cattolica Eraclea. Ha vinto la ragazza che ha rappresentato un bel carretto siciliano, mentre le altre modelle sono state dipinte con le immagini di prodotti siciliani come uva, olio, ortaggi. Targhe e premi per tutti i partecipanti.

“Sono onorato dell’evento artistico nel mio paese – ci dice Calogero Danna, l’organizzatore del body painting – il mio impegno, unitamente a quello dell’associazione 92011 e di tutti i volontari capitanati da Angela Cammalleri, vuole essere anche un momento rappresentativo per Cattolica Eraclea in considerazione che nella nostra cittadina si è svolto l’Eraclea Summer Fest 2017.  I ragazzi coinvolti si sono trovati dinanzi ad un ambiente nel quale hanno trovato ispirazioni diverse per la loro arte figurativa. Ho modo di ringraziare l’associazione 92011, la Pro Loco, l’AICS, il comune di Cattolica Eraclea e, per avermi dato concreto sostegno, gli amici Elena Lauricella, Dinella Iacono, Valentina Contarini, Alessandro Cammalleri, Alessandro e Domenico Miliziano, Vincenzo Augello, Giuseppe Terrasi e Pasquale Miceli, Pietro Calcara”.