Montallegro: Encomi per Antonio e Giovanna Siracusa che hanno salvato un bambino

1219

Il sindaco Pietro Baglio e la giunta hanno consegnato, al Comune, due encomi di pergamena a due cittadini montallegresi, Antonio e Giovanna Siracusa, padre e figlia, che il 10 gennaio scorso hanno salvato un bambino di 17 mesi che stava soffocando per avere inghiottito una caramella, il “carbone della befana”. La delibera di giunta del 23 maggio scorso, così recita “per lo spiccato senso di altruismo dimostrato nell’opera di soccorso prestata spontaneamente che ha impedito il soffocamento del bambino Leonardo Parinisi”.
Il riconoscimento fa riferimento ad un episodio cittadino dell’inizio d’anno quando la signora Giovanna Siracusa ha sentito, dall’abitazione adiacente alla sua, delle forti grida della famiglia Parinisi che era in preda al panico in quanto il piccolo bambino era diventato all’improvviso cianotico per avere inghiottito un dolcino. Con freddezza e determinazione la signora Giovanna ha chiamato al telefono il padre Antonio che in quel momento prestava servizio come operatore della postazione Alpha 17 del 118 di Siculiana. Il Siracusa, per telefono, ha dato precise indicazioni alla figlia su come intervenire per evitare il soffocamento del bambino. La donna ha spiegato al padre del piccolo quali manovre “Heimlinch” effettuare per liberare le vie respiratorie di Leonardo che, in pochi attimi, ha riaperto gli occhi, ha cominciato a respirare, con grida di gioia della famiglia. Antonio Siragusa ha ricevuto allora il plauso del presidente della Seus Gaetano Montalbano, mentre un altro operatore del 118, Giuseppe Cinquemani, istruttore BLS – D – di Montallegro, ha organizzato gratuitamente un corso di salvataggio per un centinaio di suoi concittadini.