Calcio : La promozione passa da Cianciana e da Ribera

498

La vittoria finale e l’accesso al campionato di calcio di promozione passa decisamente dai campi di calcio dell’Agrigentino. Le due squadre interessate sono il Cianciana e l’Atletico Ribera, rispettivamente capolista e vice del girone A di prima categoria, le quali dovranno fare i conti finali, a due giornate dal termine del torneo, con la squadra trapanese del Salemi.
Sarà un campionato che si giocherà al photo-finish in quanto gli ultimi due turni saranno decisivi più per le due squadre agrigentine che per quella trapanese. Mancano 180 minuti alla chiusura del campionato e il calendario prevede degli scontri diretti e delle partite impegnative. La classifica è questa: Cianciana 48 punti, Ribera e Salemi 46.

Cianciana-contro-Atletico-FOTO-MINIO
Partiamo dal Cianciana che, guidato dall’allenatore Raimondo Salemi, incontrerà domenica prossima, in trasferta nel derby agrigentino, il Real Unione di Villafranca Sicula, diretto da Giuseppe Miceli. La squadra di casa vuole salvarsi e il Cianciana deve vincere per tenere lontani Ribera e Salemi. Il 14 aprile, la squadra bianco verde del presidente D’Angelo incontra in casa, al “Settecasi” nello scontro diretto, il Salemi contro cui la vittoria è d’obbligo per puntare alla promozione. Il Cianciana ha il vantaggio di avere la difesa più forte del campionato con appena 13 reti subite. Nelle ultime gare ha avuto in Mortillaro e in parte in Ferlisi i due bomber implacabili. Viene da ben sei risultati utili consecutivi (Fulgatore, Trappeto, 5 Torri, Balestrate, Campobello, Marsala). L’ultima sconfitta per 3-0 risale a Giuliana il 31 gennaio scorso.
“Onoreremo lo sport e il calcio – ci dice il presidente del Cianciana Massimo D’Angelo – le due partite con Real Unione e Salemi sono difficili, ma abbiamo i mezzi per farle nostre. Bisogna fare 6 punti per vincere il campionato che ad oggi è molto livellato in testa. Potremo contare sul rientro di Bahou e di Greco, i pilastri difensivi della squadra”.
Passiamo all’Atletico Ribera che dovrà giocare domenica prossima il derby fuori casa con i cugini dello Sciacca. Tra le due cittadine c’è sempre stata una certa rivalità calcistica per cui la squadra riberese ha necessità di vincere e lo Sciacca di fare risultato pieno per inserirsi nella lotta per i play off. Il 17 aprile i calciatori di mister D’Anna chiuderanno in casa contro il Balestrate. La squadra riberese è in serie utile da 5 gare, ma si morde ancora le mani per non avere acciuffato la vittoria proprio contro la capolista Salemi quando, sullo 0-0 al “Nino Novara”, Giaretti ha sbagliato clamorosamente il rigore che avrebbe permesso il sorpasso. I gemelli del goal sono proprio i bomber Giaretti ed Argento. Quest’ultimo domenica è rientrato in squadra con un goal, dopo ben tre mesi di assenza per un serio infortunio. L’Atletico ha il secondo miglior attacco del campionato con 43 goal.
“Lotteremo sino alla fine – ci dice il presidente del sodalizio Pasqualino Borsellino – perché ci servono i sei punti. Realizzarli non sarà impresa facile perché abbiamo lo scoglio della gara di Sciacca dove crediamo di dover fare risultato, se non vogliamo perdere contatto con Cianciana e Salemi. Onoreremo il calcio e i colori sociali”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here