Ribera: Il pizzaiolo Giuseppe Lana al campionato mondiale di Siracusa

1243

E’ stato il miglior pizzaiolo agrigentino ad ottenere un ottimo piazzamento al 2° campionato mondiale della piazza bianca che si è svolto nei giorni scorsi in un resort di Siracusa. Si chiama Giuseppe Lana, è di Ribera e si è classificato al 16° posto finale su 300 concorrenti arrivati nella città aretusea da ogni parte d’Europa. Il pizzaiolo ha partecipato alla categoria della pizza classica dove erano in gara ben 103 ristoratori che hanno realizzato la pizza senza salsa ossia con farina, acqua sale, lievito ed olio extravergine d’oliva. A giudicarlo è stata una giuria presieduta da Giuseppe Paolini. E’ stato premiato perchè la sua pizza ha ottenuto un punteggio alto per cottura e gusto. I suoi avversari sono stati i piazzaioli arrivati da Napoli, dalla Francia e da alcune cittadine svizzere.

Lana Giuseppe 2
Nonostante faccia il pizzaiolo da circa 18 anni è la prima volta che partecipa ad una competizione mondiale. Ha una buona esperienza professionale perché è stato in giro per l‘Europa a portare e a fare apprezzare la pizza italiana. Ha lavorato alle Canarie, a Budapest e ultimamente ha fatto il pizzaiolo in un locale alla moda del centro storico di Berlino dove una pizza di qualità con tartufo di Alba e funghi porcini freschi viene pagata anche 50 euro.
“Sono tornato in Sicilia dopo i sei anni trascorsi in Germania – afferma Giuseppe Lana che è stato intervistato da Mimmo Tornambè ai microfoni dell’emittente locale Radio Torre Ribera – perché mi sono mancati per troppo tempo il sole, il cielo, il mare e l’aria pulita della nostra terra. Fare la piazza è un’arte che ho appreso da piccolo quando all’età di appena 10 anni papà Luigi mi faceva preparare la pizza. Il segreto è saperla impastare bene con le mani, farla lievitare adeguatamente e distendere uniformemente la pasta. Oggi la mia specialità è la pizza gratinata con mozzarella, pomodoro, prosciutto cotto, pan grattato, scorsa di limone e di arancia e scaglie di parmigiano. Per tutta l’estate rimarrò a mare, ad Eraclea Minoa, presso un amico. Poi si vedrà”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here