Ribera: Costituito il comitato per il “Sì” al referendum. Tutti contro le trivelle

1014

Domenica 20 marzo si è costituito a Ribera il comitato promotore per il Si al referendum del 17 aprile 2016. All’assemblea organizzata da Leonardo Augello, referente del comitato locale che aderisce al comitato nazionale e promossa dall’Associazione “Alternativamente”, hanno partecipato molti cittadini ed associazioni locali che hanno aderito al comitato locale al fine di unire le forze mettendo insieme tutte le organizzazioni sociali e produttive affinché la campagna referendaria diventi l’occasione per mettere al centro del dibattito pubblico le scelte energetiche strategiche che dovrà fare il nostro Paese, per una economia giusta ed innovativa e per la tutela del territorio e del mare.
Hanno preso la parola, tra gli altri, il dott. Emanuele Li Voti consigliere comunale di Ribera, la signora Salvatrice Palminteri, in rappresentanza del movimento “Sicilia Nazione”, il dott. Antonino Li Voti per “Slow Food”, Giuseppe Cipolla per “Arridi ca ti passa”, il signor Alfonso Catanzaro, il senatore Giuseppe Ruvolo e l’on. Nenè Mangiacavallo, che nel corso del suo intervento ha ricordato anche l’impegno unitario dei parroci della città di Ribera e della Conferenza Episcopale Italiana a votare Si al referendum. Tra i sostenitori che hanno partecipato all’incontro, si sono registrate le adesioni del dottor Emanuele Siragusa e del dottor Domenico Macaluso, da anni impegnati nelle campagne di studio ed informazione anti-trivellazioni.
Nel corso dell’assemblea sono stati affrontati gli aspetti tecnico-scientifici che riguardano il rischio geologico e sismico di eventuali trivellazioni nel Canale di Sicilia, l’impatto ambientale che comporterebbe svantaggi per la pesca, il turismo ed il patrimonio culturale.
È stato sottolineato l’atteggiamento ostruzionistico di alcuni partiti politici e di esponenti delle istituzioni alla consultazione referendaria ed infine sono state raccolte alcune proposte per l’istituzione di un tavolo tecnico di studio e di iniziative di Informazione e promozione referendaria.
Il comitato lavorerà per invitare i cittadini a partecipare al referendum contro le trivellazioni in mare e a votare Sì per abrogare la norma che permette alle attuali concessioni per l’estrazione di petrolio e gas entro le 12 miglia dalla costa di protrarsi fino all’esaurimento dei giacimenti.
Nel ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione dell’assemblea, ed i partecipanti, si invitano tutti cittadini e le associazioni che intendono aderire, a mettersi in contatto con il comitato per il Sì e a partecipare alle attività che verranno svolte nelle prossime settimane.

Comitato contro le trivelle 2 comitato contro le trivelle 3

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO