Inter. Co.PA chiede lo scioglimento degli Ato Idrici

432

Con il sequestro del depuratore di Cattolica Eraclea da parte della Procura siamo a quota cinque! Inter.Co.PA si chiede come mai nel breve spazio di cinque mesile Procure del consorzio di Agrigento hanno proceduto al sequestrato di ben cinque depuratori , rispettivamente quelli di Ribera, Licata, Agrigento, Villaggio Mosè ed in ultimo Cattolica Eraclea, senza che l’ATO Idrico di Agrigento sia mai intervenuto per esercitare il suo ruolo di controllore del rispetto delle regole contrattuali a carico del gestore Girgenti Acque. Nel caso dei depuratori si è attentato alla salute dei cittadini,senza considerare la beffa della truffa subita per il canone di depurazione che hanno pagato
Stesso discorso potrebbe essere fatto per le Amministrazioni Comunali che non si sono mai accorte di nulla mentre le Procure, a seguito di varie denunce da parte di comitati e semplici cittadini, dopo anni di indagini stanno provando a dimostrare che i servizi di depurazione sono gravemente compromessi mentre la Girgenti Acque continua a riscuotere le tariffe dai cittadini.
Per Inter.Co.PA appare scontato che, se il gestore idrico dovesse risultare responsabile di inquinamento ambientale e truffa nei confronti dei cittadini che hanno pagato per un servizio che inquina, è impossibile non fare ricadere la responsabilità anche nei confrontidell’ATO Idrico che non ha esercitato il suo ruolo di controllore e non garantendo il rispetto del contratto,attraverso il quale avrebbe dovuto comminare le sanzioni previste fino a poter chiedere la risoluzione per inadempienza li dove si sarebbero accertate violazioni gravi del contratto stesso.
Ovvio che le Amministrazioni comunali non sono esenti da responsabilità tenuto conto che il controllo sull’inquinamento e sull’eventuale truffa nei confronti dei propri cittadini compete anche a loro.
A questo punto il comitato Inter.Co.PA propone di eliminare gli ATO Idrici affidando la competenza del controllo e l’applicazione delle sanzioni alle Procure che almeno stanno provando a ripristinale la legalità. In questo modo si consente un importante risparmio di spesa che potrà essere utilizzata per potenziare il ruolo delle Procure.

Inter.Co.PA
Il Coordinatore
Franco Zammuto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here