Sabato 30 gennaio: successo con la surreale “Premiata pasticceria Bellavista” al teatro di Calamonaci

1144

Sabato 30gennaio è stata rappresentata la commedia “Premiata pasticceria Bellavista”di Vincenzo Salemme, una divertente e inedita commedia della Nuova compagnia tatrale “il Canovaccio” di Leonforte per la seconda volta sul palco del teatro Aldo Nicolaj di Calamonaci in occasione della rassegna annuale “Premio Giovanni Raffiti”. Tutto in questa commedia è stato surreale: dalla scenografia dai vivaci colori shocking ai personaggi per finire alla trama; questo è solo un breve riassunto: tutto scorre più o meno in maniera tranquilla nella pasticceria Bellavista, i proprietari, che sono fratello e sorella,  con l’aiuto di due aiutanti ogni giorno sfornano colorate torte e dolci di ogni tipo. Finché un giorno piomba nel negozio un barbone con al seguito una donna un pó bambina e un ragazzo molto “gaio”. I proprietari chiedono il perché di  questa “felice” visita. Il mistero è presto svelato: il barbone vuole indietro niente meno che i propri occhi che sono stati erroneamente trapiantati al proprietario della pasticceria. Da qui  incredibili passaggi e battute che hanno reso la commedia un crescendo da gustare fino al colpo di scena finale. Al barbone verranno trapiantati gli occhi della ingombrante madre dei due fratelli, uccisa da  una fatale torta piena di droga proprio perché con le sue lamentele e rimproveri rendeva difficile loro la vita. Ma non avrebbero potuto mai immaginare quello che sarebbe successo: il barbone che si è fatto trapiantare gli occhi della vecchietta inizia a parlare con la sua voce e conclude con un “non vi libererete facilmente di me” che fa rimanere tutti di stucco . Il pubblico di Calamonaci ha seguito con interesse la commedia, i personaggi sono stati molto ben caratterizzati, l’insolita trama è piaciuta; lo spettacolo è stato molto piacevole e si può definire un altro grande successo del teatro di Calamonaci, che si conferma ancora una volta oasi felice dell’arte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here