Caltabellotta: Il gruppo musicale “Disìu” registra domenica un brano sui beni monumentali

1105

Prosegue intensa l’attività artistica e musicale del gruppo “Disìu” che, diretto da Ezio Noto, si appresta a registrare domenica prossima una nuova canzone e a realizzare un nuovo videoclip, che troverà spazio su You Tube e sui vari social network, con il tema complesso della coniugazione del dialetto siciliano con la musica blues. Il brano, che ad oggi non ha ancora un titolo definitivo, sarà registrato a Sciacca presso lo studio “Disco 33” di Francesco Barbata che è il direttore artistico e il produttore del progetto. Per le immagini del videoclip il gruppo di lavoro si avvale della collaborazione dell’occhio magico di Aurelio Quartararo, fotografo amatoriale riberese.
“E’ un’importante novità, frutto della reciproca collaborazione artistica, della contaminazione e della stima reciproca dei componenti del gruppo – ci spiega al telefono il musicista Ezio Noto – per l’occasione avremo la collaborazione preziosa di uno dei maggiori chitarristi blues italiani, Gai Bennici, per un progetto di musica, tutela e salvaguardia dei monumenti dimenticati. E’ il caso dello storico eremo di San Pellegrino di Caltabellotta. Si tratta del dialetto del blues in un connubio felice, al servizio del territorio”.
Il gruppo “Disìu” è reduce dal successo ottenuto nei giorni scorsi alla rassegna teatrale Città di Calamonaci dove hanno intrattenuto il pubblico, con la standing ovation finale, Ezio Noto, Mario Vasile, Totò Randazzo, Nanni Ciccatello, Nicola Pollina, accompagnati nella impareggiabile recitazione da Lucia Alessi e Raimondo Moncada. Lo spettacolo era stato già proposto con successo a Caltabellotta, Menfi, Alia ed Alimena.