Caltabellotta: Due bambine azzannate dal cane di famiglia

3530

Hanno rischiato letteralmente la vita due bambine che sono state azzannate da un cane di razza Rottweiler. E’ successo ieri pomeriggio a Caltabellotta, in via San Paolo, nella parte mediana del centro abitato, all’interno di un garage di proprietà di una famiglia del luogo che teneva l’animale legato in casa. Le due bambine, una la figlia del proprietario del cane e l’altra, un’amichetta forse compagna di scuola, sono state azzannate al volto e alle gambe dall’animale che pare fosse legato all’interno de box, posto sotto l’abitazione della famiglia caltabellottese.
Le bambine, di otto anni e l’altra di nove, alunne della locale scuola elementare, erano scese a pianterreno, nel garage, assieme alla moglie del proprietario che si proponeva di dare da mangiare all’animale. All’improvviso, mentre i tre si trovavano all’interno del garage, le due bambine sono state oggetto dell’aggressione del cane che si è avventato prima sulla più grande che è stata morsa alle gambe. Successivamente, ma in un baleno, l’animale ha aggredito l’altra ragazzina che è stata presa a morsi al collo e anche al volto. L’intervento e il coraggio della donna, prontamente scagliatasi contro il cane, ha scongiurato la tragedia che si stava consumando. Alle grida concitate si sono fermati alcuni passanti, sono arrivati i vicini di casa del popoloso quartiere che, con l’ausilio, dell’ambulanza hanno collaborato al trasporto e ricovero delle ragazzine presso l’ospedale “Giovanni Paolo II” di Sciacca.
I sanitari hanno provveduto a ricoverare la malcapitate bambine che hanno subito la prima una quarantina di punti di sutura e la seconda una buona dozzina. Pare che non ci sia alcun pericolo di vita per i tanti morsi, ma è chiaro che dovranno essere fatte delle indagini sul cane. I carabinieri di Caltabellotta, intervenuti prontamente, oltre a ricostruire in base alle testimonianze la dinamica dell’aggressione, hanno posto sotto sequestro il cane, di un anno e mezzo di vita e descritto mansueto, che sarà sottoposto da parte delle autorità veterinarie e sanitarie a delle precise indagini.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO