Ribera: Non rinnovato il contratto di lavoro a tre medici tra gli ospedali di Ribera e Sciacca

2231

Tre medici, tutte donne, sono state licenziate dall’azienda sanitaria provinciale di Agrigento, perché due in gravidanza ed una in allattamento post partum, in quanto destinatari di contratto di lavoro a tempo determinato sino al 31 dicembre prossimo. Si tratta di un medico cardiologo e di due medici anestesisti che erano in servizio presso gli ospedali di Sciacca e di Ribera. Pare che nei loro confronti l’Asp di Agrigento abbia espresso parere negativo in quanto il loro contratto scade tra pochi giorni e non poteva essere rinnovato con la stabilizzazione a tempo determinato.
Una brutta festività natalizia per le tre donne professioniste che per legge sono in congedo per maternità e che sono state licenziate dall’azienda sanitaria che invece pare abbia effettuato altri contratti semestrali a tempo determinato. I contatti dei tre medici non sono stati rinnovati.
In virtù anche di determinate norme della Corte Europea, pare che le professioniste, già nominate su posti vacanti, sia nell’ospedale di zona di Ribera che in quello della cittadina termale, avrebbero dovuto essere stabilizzate con contratto a tempo indeterminato in quanto le donne sarebbero in possesso dei requisiti previsti dalla legge. Della vicenda si stanno interessando pure i sindacati medici che vogliono vederci chiaro nel provvedimento assunto dalla direzione provinciale dell’azienda, specie in una situazione chiara di due donne gravide e di un’altra in allattamento.
Non solo non si fanno incarichi nuovi, ma quelli che dovrebbero diventare a tempo indeterminato vengono disattesi e i professionisti licenziati di punto in bianco. Pare che a subire le conseguenze del mancato rinnovato del contratto siano, in particolare a Ribera, per la mancanza di cardiologi, e a Sciacca per l’assenza degli altri due anestesisti, siano gli utenti e la collettività. Basta pensare, al disimpegno dell’Asp di Agrigento, che ha chiuso da circa due mesi a Ribera, con gravi disagi, il laboratorio di analisi cliniche nel pomeriggio e durante notte e con le ambulanze che fanno la spola tra Ribera e Sciacca con i flaconi di urina e di sangue.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here