Calamonaci: Sabato scorso in scena “I Rusteghi” di Carlo Goldoni

482

Sabato c’è stato il secondo appuntamento con la rassegna “Premio Giovanni Raffiti” al teatro Aldo Nicolaj di Calamonaci. È stata la volta di “I Rusteghi” di Carlo Goldoni nella versione di Eduardo Saitta, anche se recitata in dialetto siciliano non ha perso nulla dell’originale clima farsesco dell’opera dell’autore. La commedia è stata centrata sul fidanzamento di due giovani concordato dalle rispettive famiglie e dallo scontro generazionale che da ciò ne deriva. Infatti,su suggerimento di donna Felicia, le madri decisero di far incontrare i fidanzati almeno una volta prima del matrimonio tenendo all’oscuro i mariti. Per far ciò travestono il fidanzato da donna e così nascono delle gag davvero spassose che hanno fatto divertire il pubblico. I padri dei due giovani dalla mentalità retrograda e chiusa, mal digeriscono il fatto, ma a tutto pone rimedio donna Felicia, il personaggio più divertente della commedia, un ruolo molto ben caratterizzato. Donna Felicia, un pó bisbetica e vanitosa, è una moglie che sovrasta il marito, con le sue bizzarre idee troppo moderne, porta scompiglio nella vita di queste due famiglie, eppure con la sua mentalità leggera e divertente mette a posto tutto, in primis il fidanzamento dei due giovani perché afferma, con la sua proverbiale retorica, che non c’è niente di male se i due fidanzati si sono visti almeno una volta prima del matrimonio. La commedia, interpretata in maniera molto professionale dai 10 attori che si sono alternati sul palco, ha voluto rimarcare la differenza di mentalità tra gli uomini e le donne del 700. In quel secolo le donne avevano di già una certa apertura mentale che faceva desiderare loro una vita che non fosse ristretta solo al ruolo di angelo del focolare, ma anche a quello un pó più mondano del libero cittadino che va a teatro, che compra bei vestiti e fa nuove conoscenze.Mentre per gli uomini di quell’epoca i soldi servivano solo per comprarsi da mangiare. Goldoni ha voluto spiegare ciò con questa divertente commedia che il pubblico di Calamonaci ha apprezzato molto nella versione “siciliana” di Eduardo Saitta.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO