Alessandria della Rocca: Il Comune promuove un corso internazionale di saxofono

646

Il comune di Alessandria della Rocca, attraverso l’Istituzione Scuola Civica Musicale dei Monti Sicani, darà il via, domenica e lunedì prossimo, all’iniziativa di alta formazione musicale “Accademia Internazionale del Saxofono”. Il programma formativo è destinato a circa 20 allievi di saxofono dei conservatori di musica e degli I.S.S.M. che potranno fruire della docenza di docenti di chiara fama quali il maestro Frederico Alba, docente del conservatorio di musica “F. Cilea” di Reggio Calabria e dell’ istituto superiore di studi musicali “V. Bellini” di Caltanissetta e del maestro Mario Marzi, docente del conservatorio di musica ”G. Verdi” di Milano, nonché concertista di rilievo internazionale. Gli studenti arrivano ad Alessandria della Rocca dalla Sicilia, Calabria, Puglia, Umbria e Lombardia.

Alba Frederico
Le attività verranno ospitate presso il Mulino Comunale, un antico opificio appena magistralmente restaurato, che sarà inaugurato ed aperto alla fruizione dei cittadini proprio in questa occasione. L’importante iniziativa è stata voluta e progettata da Frederico Alba, e proietta il piccolo comune montano agrigentino e la sua scuola musicale nel panorama della formazione musicale nazionale. La presentazione del 13 e del 14 dicembre sarà seguito, nel 2016, con l’anno accademico, da appuntamenti mensili e trimestrali e sarà arricchito dalla partecipazione del caposcuola del saxofono mondiale Jean-Marie Londeix di Bordeaux, presidente fondatore dell’ “Association des Saxophonistes de France” e presidente del “Comité International de Saxophone”.
“E’ in corso di elaborazione per il 2016 – afferma il maestro Frederico Alba – il primo concorso internazionale del saxofono, un festival del saxofono e una ricca stagione concertistica. Ad inizio d’anno saranno presentati i docenti di concertismo e di didattica internazionali”.
“Al corso annuale di perfezionamento sul saxofono – dichiara il sindaco di Alessandria Alfonso Frisco – faremo seguire altre iniziative ed attività di ampissimo respiro ed in grado di assecondare la vocazione musicale dei nostri territori”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here