Ribera: Verso una manifestazione di protesta per salvare l’ospedale. Lo afferma il sindaco Pace

622

Ancora tanta incertezza sulle problematiche e sulle prospettive future inerenti il presidio ospedaliero di Ribera, viste le notizie che arrivano dai governi regionali e nazionali. Le problematiche continuano a rimanere irrisolte, sia per il quotidiano andamento del nostro ospedale, sia per quanto riguarda le prospettive future del nostro nosocomio. Questa Amministrazione nei giorni scorsi ha partecipato al sit in di protesta davanti al palazzo dell’Assessorato alla Salute della Regione Siciliana, assieme ad altri sette sindaci siciliani che temono la chiusura degli ospedali, ovvero, Leonforte, Mazzarino, Piazza Armerina, Aidone, Assoro, Nissoria e Giarre. Ieri un’altra manifestazione di protesta ha avuto luogo nella Piazza di Mazzarino, con tutti i sindaci interessati dalla stessa problematica, e la nostra Amministrazione era presente.

Sindaci in manette per l'ospedale
L’attuale situazione del nostro ospedale non è più sostenibile, in quanto persistono carenze al pronto soccorso, al reparto di radiologia, al laboratorio di analisi, e per ultimo, ma di certo non meno importante, il forte indebolimento nei servizi offerti dal poliambulatorio.
“Se non si avranno risposte concrete e rassicurazioni ufficiali in merito – afferma il Sindaco Pace – questa Amministrazione è pronta ad organizzare una grande manifestazione di protesta, coinvolgendo tutta la cittadinanza, i sindaci del territorio, i partiti politici, le associazioni, i movimenti politici, i comitati spontanei, contro i tagli sui piccoli ospedali che creeranno danni e pericoli per gli utenti che non potranno essere garantiti adeguatamente sul territorio. facciamo appello a tutta la classe politica agrigentina affinchè si facciano da tramite con il manager dell’ASP, ma soprattutto con il governo regionale per avere le risposte che il territorio merita”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here