Agrigento: La Seus consegna 13 defibrillatori a comuni e scuole dell’Agrigentino. Un defibrillatore a Ribera

774

“Il tempestivo soccorso, grazie alla presenza dei defibrillatori, potrà consentire tra qualche giorno la salvezza di vite umane, specie in quei centri che ne sono totalmente sprovvisti”. A parlare è Gaetano Montalbano che, in qualità presidente della società Seus, cogestore del servizio del 118 in Sicilia, annuncia la fornitura di ben 13 defibrillatori sia ad alcuni comuni che a qualche scuola. Entro la fine della settimana  ben undici comuni e due istituti scolastici dell’Agrigentino riceveranno in comodato d’uso altrettanti defibrillatori da parte della Seus.

La consegna rientra nell’ambito del progetto dal titolo “Ti abbiamo a cuore”, coordinato dall’assessorato regionale della Salute e gestito ed attuato dal 118, con la collocazione di 310 defibrillatori di tipo semiautomatico in altrettanti luoghi pubblici della Sicilia strategici per tipologia e presenze.

Defibrillatore 2

I defibrillatori saranno consegnati ai comuni di Ribera, Palma di Montechiaro, Santo Stefano Quisquina, Villafranca Sicula, Aragona, Menfi, Naro, Licata, Campobello di Licata, Bivona e Cattolica Eraclea, che essendone sprovvisti, li collocheranno in luoghi strategici urbani, e saranno pure assegnati , all’Istituto d’Istruzione Superiore “Calogero Amato Vetrano” di Sciacca e al Liceo “Linares“ di Licata i quali li terranno a disposizione soprattutto del mondo scolastico. Un defibrillatore in anteprima è stato consegnato nei giorni scorsi al Parco Archeologico Valle dei Templi. Altri ne saranno assegnati prossimamente per un numero complessivo di 29 unità. Tutti i possessori di defibrillatori in Sicilia sono invitati dalla Seus a registrarli nel portale www.daesicilia.it.

“L’obiettivo è la diffusione delle tecniche di intervento immediato di rianimazione cardiopolmonare, fondamentale per salvare vite umane” – continua Gaetano Montalbano, presidente del consiglio di gestione della Seus – gli enti assegnatari potranno già disporre di un gruppo di personale, ben cinque volontari a sede di defibrillatore indicati dagli enti e preparati ad iniziare il servizio a spese del progetto regionale”.

Molto probabilmente un defibrillatore sarà consegnato al Comune di Ribera giovedì mattina dal presidente Montalbano della Seus.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO