Calcio: L’Atletico Ribera punta alla prima categoria

1008

La squadra di calcio dell’Atletico Ribera punta alla prima categoria. Nella cittadina circola voce che la squadra del presidente Piero Salvaggio potrebbe essere ripescata nella categoria superiore e per tale ragione la società si è già messa al lavoro per rafforzare la squadra in vista di un eventuale ripescaggio che dovrebbe essere reso noto intorno al 12 agosto prossimo.
In una graduatoria agrigentina pare che la compagine riberese sia prima a punteggio pieno per potere disputare la prima categoria. La società sta costruendo il parco giocatori e, accanto alla vecchia guardia della passata stagione, ha reso noto di avere fatto firmare i contratti a giocatori che rispondono al nome di Giaretti, Li Greci, Abbene e Russo. Si sta lavorando per ottenere la firma dei fratelli Ceroni e per la naturale riconferma di Tramuta e Altomare.
“E’ nostra intenzione valorizzare al massimo il vivaio riberese – ci dice il presidente Piero Salvaggio – continuare il nostro progetto sportivo, iniziato due anni fa, e, in caso di un eventuale ripescaggio, punteremo certamente a tesserare un forte attaccante e un quotato centrale che possano dare molto equilibrio alla squadra. Per la situazione del campo sportivo, ce ne occuperemo nelle prossime settimane, fermo restando che abbiamo iscritto regolarmente la squadra al campionato”.
Il tecnico della squadra sarà il veterano Francesco D’Anna, sicuramente riconfermato, visto il buon lavoro fatto in questi anni per costruire società e squadra. Circolano nell’ambiente calcistico altri nomi di giocatori che potrebbero indossare la maglia dell’Atletico. Si parla, senza alcuna conferma o smentita, di qualche contatto con il difensore Ciancimino e con l’attaccante Martorana, già in forza all’Asd Ribera ’54 nello scorso campionato.
Anche l’Atletico Ribera dovrà risolvere il problema dello stadio comunale “Nino Novara”, dove urgono dei lavori di riqualificazione per ottenere l’agibilità da parte di Lega e Questura. E’ atteso il rientro in sede del sindaco Pace per affrontare il delicato problema della struttura sportiva.