Calamonaci: Quattro paesi quasi a lutto per la tragedia della fabbrica dei giochi d’artificio della famiglia Bruscella a Modugno

3811

La tragedia che ha colpito la fabbrica di giochi d’artificio a Modugno, in Puglia, ha avuto riflessi di commozione e di cordoglio pure in quattro paesi dell’Agrigentino dove la famiglia Bruscella veniva quasi ogni anno a presentare spettacoli pirotecnici di alto valore tecnico. A ricordare, Michele Bruscella, 43 anni, uno dei titolari dell’impresa, deceduto, assieme ad altri 8 compagni di lavoro, sono proprio in tanti a Calamonaci, a Villafranca Sicula, a Burgio e a Lucca Sicula dove le feste tradizionali e religiose sono state allietate in questi ultimi anni proprio dai fuochi dei Bruscella.

Bruscella Michele  - Copia

Bruscella Michele 3
Michele Bruscella (nella foto) era diventato amico di tutti perché rimaneva nei 4 paesi diversi giorni per preparare gli spettacoli pirotecnici. “A Calamonaci era stato protagonista due anni fa per la festa di San Vincenzo Ferreri – ci dicono Francesco Scorsone e Giuseppe Palminteri – quando alla fine dello spettacolo lo abbiamo preso in braccio e portato in trionfo per strada, tra le gente. Un professionista serio che era venuto più volte in paese a “sparare” sia per Sa Giovanni che per San Michele”.
A Villafranca Sicula, lo ricorda, quasi con le lacrime agli occhi, Simone Perricone. “Non dimenticherò mai lo spettacolo pirotecnico della festa della Madonna del Mirto del 2008 – ci racconta – domenica prossima le festa e i giochi d’artificio saranno dedicati a lui. E’ stato con noi, con i suoi spettacoli giochi di luci, l’anno scorso a Burgio e per Pasqua di quest’anno a Burgio. Con lui ricordiamo pure Michele Pellicani, altra vittima”.

Bruscella

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO