Cattolica Eraclea: convegno della Pro Loco su migrazione e Mediterraneo

768

La Pro Loco di Cattolica Eraclea ha affrontato in questi ultimi anni argomenti di un certo interesse sociale ed umanitario. Non poteva passare inosservato il dramma da clandestini, in cerca di una vita migliore, arrivano in Sicilia dal Nord Africa, attraverso il Canale di Sicilia, sfidando la morte e in tanti casi rimanendovi vittime.
I continui sbarchi di immigrati, provenienti dalla Libia, saranno oggetto, infatti, di un convegno istituzionale che è stato organizzato a Cattolica Eraclea dalla locale Pro Loco UNLI. L’incontro, che si svolgerà oggi 24 luglio, alle ore 18, nella chiesa del Collegio, avrà per tema “La migrazione come sacrificio. La mobilità come diritto. Le possibili malattie che sbarcano con le migliaia di migranti. Il Mediterraneo. Mare Nostrum. Il teatro di immane tragedie”.

papa-francesco e cardinale montenegro con immigrati-lampedusa
“Il problema degli immigrati si presenta oggi nella sua complessità – ci spiega il presidente della Pro Loco cattolicese Spoto che è riuscito a convocare uomini di chiesa, sindaci, parlamentari, docenti universitari, giornalisti – ci dobbiamo confrontare con questa realtà, con questo sciame di uomini, donne e perfino di bambini che si presenta puntuale sulle nostre spiagge. Anche il litorale di Eraclea Minoa non è stato immune. Il confronto verterà su quanti hanno diritto ed aspirano ad una vita migliore, sulle cure di cui hanno bisogno in quanto spesso portatori di malattie, su quanto l’Italia fa e su quanto deve fare l’Europa e sulle tragedie umane che vedono in fondo al Mare Nostrum migliaia vittime innocenti”.
Chi meglio del cardinale e arcivescovo di Agrigento, Francesco Montenegro, che è riuscito due anni fa a portare Papa Francesco sulle spiaggia di Lampedusa a testimonianza del grande interesse della chiesa verso le migrazioni, potrà testimoniare il dramma che vivono i migranti per raggiungere la Sicilia e da quì l’odissea per trasferirsi al Nord e in Europa.
Al convegno sono previsti gli interventi e le relazioni del presidente della Pro Loco Giacomo Salvatore Spoto, del sindaco di Cattolica Eraclea Nicola Termine, del cardinale Francesco Montenegro, dell’arciprete di Cattolica Eraclea don Nino Giarraputo, del sindaco di Palermo Leoluca Orlando, dei docenti universitari Elio Cardinale e Piero Leo, del dirigente scolastico Annalia Todaro, del presidente dell’Ordine dei Medici Salvatore Puma, dello scrittore Angelo Campanella, del parlamentare Angelo Capodicasa e del vicepresidente della Pro Loco cattolicese Antonino Messina.

sbarchi di migranti a Lampedusa 1
E’ vero che l’ondata degli sbarchi in questi ultimi due mesi si è attenuata non solo sull’isola di Lampedusa, ma in diverse spiagge dell’Agrigentino dove i barconi arrivavano di notte, nonostante la presenza della Guardia Costiera e delle navi italiane di pattugliamento del Mare Nostrum, ma è anche vero che i migranti continuano a partire dall’Africa abbastanza numerosi e che in acque territoriali libiche e in quelle internazionali vengono intercettati dalle navi messe a disposizione dell’Unione Europea e sbarcati in diversi porti italiani per l’accoglienza.
A Cattolica Eraclea sarà discusso quanto la comunità italiana ed internazionale potranno continuare fare per questo oceano di gente che spesso fugge dalla guerra e che cerca una vita migliore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here