Montallegro: Ora si può anche morire perché il comune costruisce nuovi loculi

530

Ora a Montallegro si può anche morire perché il comune, non solo ha dato vita ad un progetto di riqualificazione del camposanto, posto all’ingresso della cittadina, lato Ribera, ma ha dato in appalto ad un a ditta locale la costruzione di 50 loculi da consegnare entro due mesi. Allo stato attuale la disponibilità del cimitero è di appena sei locali, rimasti liberi e da assegnare a secondo le richieste.
Entro 30 giorni la ditta “Munisteri costruzioni” inizierà la realizzazione di 50 loculi che sono stati appaltati con somme comunali dell’importo complessivo di 50 mila euro. Saranno realizzare delle strutture prefabbricate in cemento che per gli utenti avranno costi minori e offriranno maggiori garanzie igieniche. Il progetto sarà completato entro la fine dell’estate.

Montallegro cimitero 2
“Il costo che oggi le famiglie richiedenti pagano è di circa 1500-1600 euro per loculo – ci dice il sindaco Pietro Baglio – qualche centinaio di euro in più ci serve per fare cassa per potere riparare e riqualificare quella parte di cimitero, vecchio di mezzo secolo che ha bisogno di interventi. Difatti, abbiamo dato pure incarico ad una ditta di Agrigento “Cosefa costruzione” che, con una somma di 30 mila euro, dovrà provvedere alla manutenzione straordinaria delle tombe che hanno bisogno di urgenti interventi ai tetti e alle pensiline. I lavori dovranno essere ultimati nel giro di un paio di mesi”.
L’amministrazione comunale, inoltre, ha un altro ambizioso progetto, con un’ipotesi ancora da discutere, che è quello di realizzare un piano regolatore generale del cimitero e di affidare l’incarico all’ufficio tecnico comunale, con un notevole risparmio di denaro pubblico. Si vuole riqualificare il vecchio cimitero, sistemare le tombe gentilizie e soprattutto riesumare le salme che giacciono in mezzo alla terra per trasportarle nei piccoli loculi dell’ossario (il comune ne ha disposizione circa 400 unità) dove è possibile indicare nome e cognome e mettere perfino la fotografia del defunto.
Si comincerà intanto a lavorare sul vecchio registro cimiteriale per individuare nell’area esistente la localizzazione delle vecchie tombe nel terreno. Tutta l’operazione del prg cimiteriale permetterebbe al comune e agli utenti di potere risparmiare sui costi delle spese tecniche che – secondo il comune – potrebbero essere ridotte del 60-70 per cento. Intanto, si registra una donazione, quella di Giovanni Zambito che ha donato all’amministrazione civica delle piantine di fiori per abbellire le aiuole del cimitero.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here