Caltabellotta: Finanziamento di un milione e 300 mila euro per due scuole dell’obbligo

730

Il comune ha pronti i progetti esecutivi per la riqualificazione di due scuole, partecipa al bando regionale, viene incluso nella graduatoria siciliana al 95° e al 109° posto ed ottiene, tra i pochi comuni della provincia, un finanziamento complessivo di un milione e 300 mila euro. Migliorerà, quindi, in breve tempo, il patrimonio edilizio scolastico del centro montano grazie ai due distinti finanziamenti che fanno parte del decreto “la buona scuola”.
“L’amministrazione comunale – ci dice il sindaco Paolo Luciano Segreto – entro il prossimo 31 ottobre dovrà predisporre i relativi bandi gare per la ristrutturazione delle due scuole dell’obbligo. Si tratta di lavori che prevedevono la compartecipazione dell’ente locale per appena il 10 per cento. Con 130 mila euro miglioreremo il nostro patrimonio scolastico”.
I lavori di riqualificazione edilizia interesseranno il plesso di “Sant’Agostino” di via Vitalla che ospita gli alunni della scuola primaria e quella dell’infanzia e del plesso “De Amicis” di viale XXIII Marzo frequentata dagli alunni della scuola secondaria di primo grado. Tutti i ragazzi che frequentano complessivamente le scuole dell’obbligo a Caltabellotta sono circa 280 unità.
E’ stato lo stesso primo cittadino Segreto a precisare che le opere da riqualificare erano state incluse nel piano triennale regionale 2015-2017 degli interventi in materia di edilizia scolastica. Oggi il decreto di finanziamento per la scuola di “Sant’Agostino” è di 526 mila euro, mentre per l’istituto “De Amicis” è di 800 mila euro.
Si pensava che il finanziamento di un milione e 300 mila euro potesse arrivare nel triennio, invece, le somme sono già disponibili per le scuole che nelle graduatoria regionale occupano fino al 125° poto. Nell’elenco approvato dalla Regione Siciliana la scuola “Sant’Agostino” si trova al 109° posto della graduatoria regionale, mentre la scuola “De Amicis” al 95° posto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here