Ribera: Atti vandalici, ignoti danno a fuoco ai cassonetti ricolmi di rifiuti

1638

Atti vandalici durante la notte nei confronti di alcuni cassonetti dell’immondizia a Seccagrande, la località balneare di Ribera. Con il favore delle tenebre, dei vandali hanno dato alle fiamme i cassonetti di vetroresina che erano stati posti sulla via Raffaello Sanzio. Si tratta degli unici cassonetti presenti nella borgata sufficienti per i residenti della borgata, tra l’autunno e la primavera, perché poi nella stagione estiva entra in funzione la raccolta differenziata con il metodo “porta a porta”.
Proprio nella giornata di venerdì in occasione della festa del primo maggio tante famiglie hanno ritenuto opportuno trascorrere nelle loro case di villeggiatura estiva o sul lungomare Gagarin la giornata festiva e a sera hanno riempito di rifiuti solidi urbani la mezza dozzina di cassonetti posti in periferia per evitare ai cittadini di portare a casa l’immondizia o di lasciarla abbandonata per strada sulla spiaggia.
A tanti cittadini corretti, che si sono serviti dei raccoglitori, ha fatto purtroppo riscontro l’azione becera di alcuni vandali imbecilli che hanno creduto di fare piazza pulita dei rifiuti, bruciandoli nei cassonetti. All’azione vandalica corrisponde per la società anche il danno economico dei cassonetti bruciati la cui spesa ricade sugli utenti. In molti si interrogano su come debba crescere la comunità riberese che nutre aspirazioni di turismo e di ospitalità. E’ vero che l’episodio è da scrivere alla solita becera bravata giovanile, ma è anche vero che, per crescere culturalmente, a Ribera serva la repressione con multe, denunce e pagamento di danni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here