Bivona: L’istituto superiore “Pirandello” celebra la “Notte Nazionale del Liceo” con attività didattiche su letteratura, arte, libri, enogastronomia

778

 

 

All’ I.I.S.S. “Luigi Pirandello” di Bivona, un connubio di letteratura, musica, arte, scienza e teatro ha dato vita alla IX edizione della “Notte Nazionale del Liceo Classico”. Per lo storico Istituto si è trattato di un grande banco di prova. Per la prima volta gli studenti e le studentesse hanno partecipato alla manifestazione nazionale che ha coinvolto altri licei della penisola. Molteplici sono state le performance e le attività centrate, in particolare modo, sulla cultura greca e latina. La manifestazione scolastica ha visto la partecipazione di centinaia di ospiti.

Dopo la cerimonia d’apertura, con i saluti della dirigente scolastica Giuseppina Gugliotta e la premiazione degli alunni che si sono distinti in diverse gare delle Olimpiadi, sono state avviate diverse attività in contemporanea, meticolosamente preparate dagli studenti e dai docenti che li hanno supportati magistralmente in questi mesi di preparazione.

Gli studenti ciceroni hanno guidato gli ospiti nella storia della strumentazione scientifica del museo “Science Up”, entusiasmando con esperimenti di chimica, di fisica e un buon bicchiere di idromele, prodotto durante le ore scolastiche di laboratorio.

Mentre nell’aula magna era in corso la presentazione del volume “Oltretutto”, antologia di testi in memoria del poeta quisquinese Costantino Chillura (1961-2019), imprese eroiche, figure mitologiche e sentimento amoroso hanno trasportato gli ospiti nel passato mitico della Sicilia con l’attività “I miti classici e la Sicilia” centrata sulla drammatizzazione di Perseo e Medusa, Aci e Galatea e il ratto di Persefone.

Grande spazio è stato dato all’arte visiva grazie alla galleria d’arte contemporanea con opere realizzate dagli alunni della scuola e alla pinacoteca con la riproduzione di famosi quadri come la “Primavera” di Botticelli. Molto suggestivo e coinvolgente il corteo olimpico, organizzato su un ponte ferroviario risalente all’inizio del ‘900: gli studenti hanno sfilato in abiti storici e torce olimpiche, riprodotto la corsa degli ospiti accompagnati dall’orchestra dell’istituto, con un magnetico monologo di Prometeo incatenato che dona il fuoco agli uomini.

Dopo che gli studenti del corso serale dall’indirizzo enogastronomico hanno deliziato i palati degli ospiti grazie a numerose pietanze rievocative della cucina dell’antica Grecia e Roma, hanno avuto luogo, a conclusione della magnifica serata, due impeccabili drammatizzazioni: una superba Elena di Euripide, che ha voluto convincere il pubblico della sua innocenza rispetto allo scoppio della guerra di Troia, e una Medea che, a quattro voci, ripensa al tradimento di Giasone e trama la sua vendetta.

Un evento di grande successo, che ha affascinato gli ospiti e reso il Regio Ginnasio di Bivona, con i suoi studenti e docenti, protagonista indiscusso della serata. E’ stato un traguardo didattico eccellente.