Ribera: Ospedale, riunione dei12 consigli comunali e atto di indirizzo per nosocomio su area disagiata

798

La convocazione straordinaria dei consigli comunali dei 12 comuni dei Monti Sicani, il percorso unitario e un atto di indirizzo per chiedere alla Regione Siciliana il riconoscimento dell’ospedale “Fratelli Parlapiano” in area disagiata come previsto dal DM 70 del 2015 e la revisione della rete ospedaliera siciliana. Queste le decisioni venute fuori dalla riunione informale, convocata al palazzo comunale dal sindaco Matteo Ruvolo, a cui hanno partecipato consiglieri comunali, responsabili dei comitati cittadini pro ospedale, rappresentati di chiesa e scuola e di sindacati ospedalieri.

La vicenda ospedaliera, vecchia di decenni, ha avuto origine da una recente richiesta dei comitati civici per il nosocomio riberese, indirizzata al sindaco Ruvolo, per la convocazione urgente di una conferenza dei sindaci dei comuni che hanno sempre afferito al “Fratelli Parlapiano”, in un momento in cui il covid è in recessione, con l’auspicio che il nosocomio riberese, che rimane pur sempre ospedale covid provinciale, possa riaprire il pronto soccorso ordinario e alcuni reparti soppressi per la pandemia. Il sindaco Ruvolo ha preso l’impegno di contattare i primi cittadini e il presidente del consiglio Costa di coinvolgere i presidenti dei civici consessi di Calamonaci, Lucca Sicula, Villafranca Sicula, Burgio, Cattolica Eraclea, Montallegro, Cianciana, Alessandria della Rocca, Bivona, Santo Stefano Quisquina, San Biagio Platani.

 

Sono intervenuti con varie proposte il sindaco Ruvolo, l’on. Pace, il presidente del consiglio Costa, il consigliere Inglese, i responsabili dei comitati Montalbano, Rossello, Romano, don Nuara, la dirigente scolastica Provenzano, l’operatore sanitario Russo i quali hanno sottolineato di volere tracciare un percorso comune con i consigli comunali che chiederanno il riconoscimento di area disagiata, soprattutto per la viabilità, in presenza di un ospedale, con reparti, medici e servizi per una popolazione di circa 50 mila abitanti. I comitati civici riberesi hanno annunciato un’ora di protesta per il 19 dicembre prossimo.