Uno spettacolo di artisti per celebrare il maestro – musicista Maurizio Piscopo

139

 

 

E’ stata una giornata di spettacolo al Liceo Umberto Primo di Palermo con la partecipazione di Alba Cavallaro che ha cantato Batà, Ninì e Tre pescatori di Livorno accompagnata da Francesco Maria Martorana alla chitarra e dal maestro Piscopo che alla fisarmonica ha eseguito alcune tra le sue composizioni più significative, Il tema di Regalpetra, Palazzo Adriano, La ballata che fa ridere un bambino, la tarantella di Nicodemo.

Sono intervenuti gli studenti del laboratorio teatrale del Liceo. Il preside Vito Lo Scrudato alla presenza degli studenti, dei professori e di molti ospiti ha presentato la manifestazione culturale coordinata dalla professoressa Marcella Barbaro che ha condotto la performance insieme al preside. E’ intervenuto Michelangelo Balistreri che ha recitato una poesia su Ciccio Ingrassia. Molto piacevole è stata la presenza di due alunni del maestro Vincenzo e Thomas che sono saliti sul palco ed hanno raccontato un po’ della loro esperienza scolastica.

Erano assenti il pianista Gioacchino Zimmardi ed il barbiere Franco Alfonso. Ma la vera sorpresa sono stati i pittori di Calapanama che hanno voluto omaggiare il Maestro Piscopo nel giorno in cui il Liceo Classico internazionale Umberto Primo di Palermo ha consegnato la targa con un diploma dal titolo “Un Maestro è per sempre”.

Al teatro delle Arti con i loro cavalletti erano presenti : Totò Calò, Aurelio Cartaino, Vincenzo Roberto Gatto, Silvana Lanza, Giusy Megna , Mariella Ramondo,

Caterina Trimarchi che hanno voluto dedicare un’emozione con le loro tele realizzando una mostra estemporanea. L’originalità dell’iniziativa ha destato curiosità ed interesse in città, al punto tale che a dicembre lo spettacolo sarà ripetuto in una grande libreria o in un teatro ed accoglierà i bambini delle scuole di Palermo.