Ribera: Lavori incompleti sulla via Varsavia e cartellonistica pericolosa

471

Succede spesso a Ribera che alcune ditte, che operano nel settore dei lavori pubblici, lascino incomplete le loro opere. E’ il caso durante tutta l’estate scorsa della ditta che ha realizzato nel tessuto urbano gli scavi per la messa sotto traccia dei cavi della fibra telefonica e che ha lasciato per mesi soprattutto nelle strade principali del tessuto urbano, le più trafficate dai veicoli, l’asfalto scavato, appena ricoperto da uno strato di cemento, che ha costretto tutti gli automobilisti ed anche i pedoni a barcamenarsi tra una buca e l’altra, lungo diversi tratti, con qualche danno per le sospensioni delle autovetture. Poi, dopo settimane e settimane di disagi quotidiani, finalmente sono arrivate le riparazioni provvidenziali.

Oggi la stessa situazione accade sulla via Varsavia, l’ultima strada del tessuto urbano, all’incrocio con la via Brodolini. Un’altra ditta ha scavato la strada, ha realizzato delle opere, ma da settimane lascia aperto una lunga buca attorno alla quale sono stati sistemati dei pericolosi paletti di ferro tondino e una rete di plastica di colore rosso. Non c’è mai stata nelle adiacenze la posa di una segnalazione di pericolo possibile.

Diversi cittadini ed automobilisti segnalano e protestano per i rischi incombenti perché un’autovettura vi è finita dentro e qualche incidente è stato scongiurato perché le macchine, costrette a girare sulla via Brodolini, devono per forza invadere la corsia opposta.

Sullo stesso posto, a due metri di distanza, su un pannello stradale di competenza comunale, sono stati affissi tre cartelli abusivi di ditte commerciali riberesi, supermercati, che essendo installati così bassi impediscono la visuale a quanti in auto devono girare sulla via Brodolini. Il pericolo è costante ogni giorno. Nessuno interviene.

In molti si chiedono: appena saranno registrati danni a persone e veicoli, chi sarà a pagare ?