Ribera: Giovane marocchino aggredito, derubato del telefono e medicato in ospedale

286

Un giovane marocchino di 36 anni, un lavoratore stagionale senza fissa dimora, nella notte è stato aggredito da un malfattore che gli ha chiesto i soldi e alla fine si è accontentato del furto telefonino cellulare. E’ successo all’interno dei locali di una ex cantina sociale dove l’extracomunitario, che in questi giorni era dedito alla raccolta delle arance, già dormiva quando è stato aggredito e preso a calci e a pugni con la minaccia di dover consegnare i soldi del portafoglio.
L’aggressore quando ha capito che il lavoratore marocchino non aveva denaro gli rubato dalla tasca il telefono cellulare ed è fuggito. L’extracomunitario per le varie ferite, per sua fortuna non gravi, ha chiesto aiuto e alcuni passati della pubblica via, di notte, hanno fatto intervenire gli operatori del 118 che hanno accompagnato il giovane al pronto soccorso per le medicazioni. E’ scattata la denuncia ai carabinieri i quali indagano se a colpire il lavoratore sia stato un suo connazionale o un riberese.